Montecarlo, Ogier ancora leader

A quattro speciali dalla conclusione il Rally di Montecarlo vede Sebastien Ogier e Julien Ingrassia ancora saldi leader con la Citroen C3 WRC. Il campione del mondo Rally in carica continua a resistere agli assalti della Hyundai i20 Coupe WRC di Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul che apparentemente continua a recitare il ruolo dell’ “eterno secondo” nella contesa per il titolo mondiale. Al terzo posto troviamo di nuovo Sebastien Loeb e Daniel Elena. Dopo i problemi palesati alla fine della prima giornata di gara, l’alsaziano è tornato in zona podio con la Hyundai i20 Coupe WRC, tenendo alto il morale della squadra coreana dopo lo “stop” di Andreas Mikkelsen ritrovatosi senza la ruota posteriore sinistra dopo un passaggio troppo “ardito”. Peggio ancora è andata a Elfyn Evans che ha impattato duramente con la Ford Fiesta WRC strappando la ruota destra ed un mucchio di altre cose. Sembra pressoché impossibile un rientro in gara con il Super Rally per l’inglese. Per la Ford un fine settimana disastroso visto che Teemu Suninen e Pontus Tidemand sono stati costretti a ricorrere al Super Rally precipitando in classifica. Dopo una prima giornata interlocutoria, il team Toyota si è “ricompattato” a ridosso della zona podio. Jari-Matti Latvala e Miikka Anttila sono ancora quarti, ma Ott Tanak e Martin Jarveoja sono risaliti al quinto posto e Kris Meeke e Martin Scott sono sesti. Il resto della Top Ten è occupato da vetture in specifica WRC 2 e va molto bene il britannico Gus Greensmith che con la Ford Fiesta R5 è settimo e leader della sottodivisione WRC 2 Pro davanti alla Citroen C3 R5 di Yoann Bonato -leader della WRC 2 “semplice”- ed alla Hyundai i20 R5 del non più giovanissimo transalpino Stephane Sarrazin, che i più ricorderanno per un breve ed infelice stint con la Minardi nel Gran Premio del Brasile di Formula Uno del 1999, in sostituzione di Luca Badoer. A chiudere la Top Ten troviamo il figlio d’arte belga Guillaume De Mevius con una Citroen C3 R5, un buon pilota la cui carriera è stata frenata da innumerevoli problemi. Continua a difendersi Ole-Kristian Veiby che con la esordiente Volkswagen Polo GTI R5 è ora dodicesimo davanti alla Ford Fiesta R5 di Katsuta Takamoto, fin qui autore di una perfomance egregia sugli asfalti del sud della Francia. Un’altra Volkswagen Polo GTI R5 occupa il diciassettesimo posto e la guida Nicolas Ciamin, promettente talento transalpino che lo scorso anno disputò anche una gara del Trofeo Abarth a Le Castellet. Per quanto riguarda gli italiani, continua a brillare Matteo Gamba che è diciottesimo davanti a Davide Caffoni. Alessandro Gino dal canto suo è ventunesimo, dopo essere stato scalzato dal rimontante Kalle Rovanpera reduce da un inizio gara disastroso con la Skoda Fabia R5 ufficiale tra incidenti e penalità. Nella RGT Cup continua la supremazia del promettente Enrico Brazzoli con la Abarth 124 Rally RGT. Il suo rivale Ian Crerar su Porsche Carrera è stato costretto a fermarsi ed è tutt’altro che certo di ripartire per l’ultima tappa. Domani atto finale con le ultime quattro speciali. Verso l’ora di pranzo, dopo la seconda ripetizione della speciale La Cabanette-Col de Braus valida anche come Power Stage, le prime vetture inizieranno a salire sulla rampa d’arrivo di Montecarlo…

N.M.B.

Montecarlo, Ogier ancora leader pubblicato su Motorsportblog.it 26 gennaio 2019 19:46.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: