Mercedes GLE Coupé 2019

0 Comments

In linea retta dal recente programma di aggiornamento messo a punto per la lineup GLE, Mercedes anticipa in queste ore la nuova generazione della gamma “derivata” GLE Coupé. L’anteprima precede di un paio di settimane il “vernissage” ufficiale, fissato per l’imminente Salone di Francoforte (qui la nostra guida alle novità in programma) nel quale, accanto ad un ampio ventaglio di novità, la nuova serie dello “Sport Utility” coupé alto di gamma Mercedes farà bella mostra di sé.

Nel frattempo, i vertici di Stoccarda rendono note le caratteristiche e le dotazioni relative a GLE Coupé “new gen”, che viene allestito su una nuova piattaforma, mette in evidenza un sostanziale rinnovamento nello stile del corpo vettura (anche riguardo alle dimensioni esterne), il consueto assortimento di sistemi di ausilio attivo alla guida e di assistenza al conducente e, riguardo alla declinazione AMG, l’adozione di un bodykit specifico, finiture dedicate ed un deciso gradino in più di potenza rispetto alla versione “standard”, che per l’Europa sarà, nella fase di lancio commerciale, disponibile esclusivamente con l’unità turbodiesel 3.6 a sei cilindri in due livelli di potenza, come vedremo nell’analisi delle caratteristiche di meccatronica.

Corpo vettura: quali differenze
Il comparto “Sport Utility” è sempre più centrale fra le strategie di posizionamento da parte dei big player del comparto automotive: per questo motivo, i programmi di evoluzione devono tenere conto di una concorrenza via via agguerrita (soprattutto Audi Q8, Bmw X6 e Porsche Cayenne Coupé) . Il segmento Sport Utility-coupé non rappresenta alcuna eccezione: ed ecco, in concreto, come gli uffici tecnici Daimler AG abbiano messo mano all’ancora relativamente recente “carriera” di GLE Coupé (il cui debutto sul mercato data a meno di quattro anni fa), aggiornandone le peculiarità estetiche in funzione di offrire al pubblico un veicolo contraddistinto da una adeguata dinamicità, pur dovendo mantenere dimensioni e atout estetico-funzionali “marcatamente SUV”. Dati alla mano, Mercedes GLE Coupé 2020 dichiara un certo aumento negli ingombri esterni: la lunghezza misura 4,94 m (ovvero 40 mm in più rispetto alla serie che si prepara ad essere sostituita), e 2,01 m di larghezza (cioè 7 mm in più), ed un interasse aumentato di 20 mm, fermo restando il fatto che quest’ultimo si mantiene più corto rispetto a GLE “SUV station” (60 mm in meno). Fra le differenze più rilevanti dal punto di vista estetico, Mercedes GLE Coupé 2020 si contraddistingue per uno stile più “squadrato” ai codolini passaruota, una impostazione frontale dichiaratamente “erede” degli aggiornamenti studiati dagli stilisti Mercedes per la “sorella” GLE (la fanaleria Full Led è di serie) ed una piacevole linea per il “volume” posteriore, dominata dal portellone (con annesso lunotto) molto inclinato e che forma un sottile spoiler sovrastante gruppi ottici orizzontali ed anch’essi a Led. Con la nuova connotazione estetica, indica Mercedes nella nota accompagnata da una ampia carrellata di immagini di anteprima, a guadagnarne è anche l’aerodinamica: pur mantenendo la medesima superficie frontale della prima serie, Mercedes GLE Coupé “new gen” (che, come la “sorella” GLE ed il SUV top di gamma GLS, viene prodotto nelle linee di montaggio di Tuscaloosa-Alabama) risulta il 9% più efficiente in questo senso.

Abitacolo: mantiene il layout di GLE
“Poche sorprese” (attualizzandone il discorso; è diverso, al contrario, se si prende in considerazione la serie precedente) dall’impostazione degli interni, sostanzialmente molto simili a quelli che sono andati recentemente ad equipaggiare l’edizione aggiornata di GLE: gli elementi che maggiormente caratterizzano l’abitacolo di GLE Coupé vengono rappresentati dai due display da 12.3” destinati alla visualizzazione del gruppo strumentazione digitale (configurabile) e delle funzionalità MBUX-Mercedes Benz User Experience di nuova generazione che elimina gran parte dei sistemi e pulsanti “fisici” di controllo e dispone del modulo “Linguatronic” di comandi vocali. Dal punto di vista delle rifiniture, Mercedes GLE Coupé di seconda generazione offre, nell’ordine, rivestimenti in pelle “Artico” per la zona superiore della plancia, sedili anteriori semianatomici e volante multifunzione rivestito in pelle Nappa. Chiaramente improntato ad un appeal ancora più sportivo è l’abitacolo della variante GLE Coupé AMG 53 4Matic+, che propone specifiche funzionalità multimediali e grafiche ad hoc, sedili anatomici e volante “AMG Performance” che, a richiesta, può essere corredato di piccoli display per la visualizzazione ed il controllo delle modalità di guida AMG. A questo proposito, si segnala la possibilità di arricchire la dotazione AMG53 con il modulo di informazioni “AMG Track Pace” studiato per tenere sotto controllo la telemetria della vettura. Buona, anche in relazione alle forme esterne, la capacità del vano bagagli (uno degli “argomenti” più sentiti dai potenziali clienti di vetture che appartengono alla fascia “Sport Utility”): nel normale assetto di marcia, il bagagliaio offre un volume di 655 litri, aumentabili fino a 1.790 litri a sedili posteriori totalmente abbattuti.

Motorizzazioni: solo diesel al momento del lancio
Nella prossima fase di avvio commerciale, Mercedes GLE Coupé 2020 viene equipaggiato esclusivamente in configurazione turbodiesel: si tratta, nello specifico, dell’unità motrice “OM 656” da tre litri a sei cilindri in linea, provvisto di sistema SCR di riduzione catalitica selettiva, e proposto su due livelli di potenza: 272 CV e 600 Nm di coppia massima (Mercedes GLE Coupé 350d 4Matic), e 330 CV-700 Nm (Mercedes GLE Coupé 400d 4Matic). La trasmissione si avvale del cambio automatico 9G-Tronic a frizione multidisco.

Fonte: https://www.motori.it

https://www.motormaniaci.net

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *