IN F,2 SVETTANO MATSUSHITA E AITKEN

0 Comments

Nella Feature Race che ha aperto il fine settimana in terra italiana della Formula 2, il portacolori del Carlin Motorsport Nobuharu Matsushita ha colto la seconda vittoria stagionale, ripetendo l’impresa compiuta al Red Bull Ring. Il pilota junior della Honda ha preceduto sotto la bandiera a scacchi il portacolori di ACI Sport Luca Ghiotto ed il driver dei Paesi Bassi Nyck de Vries.

Il vincitore ha sopravanzato nelle prime fasi di gara l’alfiere del Ferrari Driver Academy Callum Ilott ed è riuscito a mantenere la leadership della corsa fino al termine. Il pilota di Cambridge, che aveva siglato la pole position, è andato in crisi con le gomme sul finale di gara ed è precipitato al quarto posto.

Luca Ghiotto è risalito fino alla piazza d’onore grazie ad una splendida rimonta dalla settima fila sullo schieramento di partenza. Il pilota di Arzignano, che ha scelto di prendere il via con le gomme “prime”, quelle con mescola più dura, ha mantenuto un ritmo molto incisivo nel primo stint di gara che gli ha consentito di recuperare molte posizioni e creato le condizioni affinché potesse ambire alla vittoria davanti al pubblico di casa. Purtroppo, un problema con una pistola di serraggio nel corso del cambio gomme ha fatto perdere al pilota italiano una manciata di secondi che sarebbero stati decisivi sull’esito finale della manche.

Rimane la splendida corsa del veneto, considerato il vincitore morale di giornata, che avrebbe meritato almeno quanto Matsushita il successo davanti al suo pubblico lombardo. Terza posizione in rimonta per il leader della graduatoria generale Nyck de Vries, scattato dall’ultima piazzola in griglia. In sede di verifica, il serbatoio della monoposto dell’olandese non conteneva il quantitativo minimo di benzina per svolgere i controlli.

Per quel che concerne le scuderie tricolori, Giuliano Alesi ha colto con la settima posizione il suo miglior risultato stagionale con i colori del Team Trident. Sean Gealel, nono, ha portato due punti al Team Prema, che ha visto Mick Schumacher ritirarsi per un problema tecnico. Al vertice della graduatoria di campionato, quarantanove lunghezze separano De Vries da Latifi. Ghiotto ha recuperato la terza posizione alle spalle del ventiquattrenne canadese del Team DAMS.

Nella Sprint Race il ventitreenne pilota londinese Jack Aitken ha colto il terzo successo stagionale, precedendo il connazionale Jordan King e il leader nella graduatoria di campionato Nyck de Vries.

Il vincitore ha combattuto fino all’ultima tornata con Callum Ilott, del vivaio della Scuderia Ferrari, ritiratosi a seguito di un testacoda compiuto alla prima variante nel corso dell’ultimo giro. Aitken conquista anche la quarta posizione nella graduatoria di campionato alle spalle di Luca Ghiotto.

Il portacolori veneto di ACI Sport, secondo al termine di una fantastica rimonta nella manche disputata ieri, è stato coinvolto in un contatto alla prima curva nel quale ha danneggiato l’ala anteriore della sua monoposto. Il pilota di Arzignano ha deciso di rimanere in pista e si è mantenuto nel gruppo di testa fino a quando un contatto con De Vries e Sette Camara, nel corso del quarto giro, l’ha costretto in fondo al gruppo. L’alfiere della scuderia UNI-Virtuosi è anche stato penalizzato di cinque secondi.

Per quel che concerne le scuderie tricolori abbiamo assistito a una battaglia tra i figli d’arte. Mick Schumacher, schierato dal Team Prema, con la sesta posizione ha preceduto di misura Giuliano Alesi, alfiere del Team Trident. Entrambi sono portacolori del Ferrari Driver Academy.

Al vertice della graduatoria di campionato, Nyck de Vries mantiene la leadership con cinquantanove lunghezze di vantaggio nei confronti del canadese Nicholas Latifi. L’undicesimo appuntamento stagionale sarà di scena sul tracciato russo di Sochi l’ultimo fine settimana di settembre.(Pa.Lelli.)

Ordine di arrivo gara 2 :

1 – Jack Aitken – Campos – 34’26″288
2 – Jordan King – MP Motorsport – 2″764
3 – Nyck De Vries – ART – 6″530
4 – Guan Yu Zhou – Virtuosi – 7″612
5 – Nobuharu Matsushita – Carlin – 8″189
6 – Mick Schumacher – Prema – 8″541
7 – Giuliano Alesi – Trident – 12″851
8 – Louis Deletraz – Carlin – 13″389
9 – Nikita Mazepin – ART – 13″941
10 – Nicholas Latifi – DAMS – 23″091
11 – Marino Sato – Campos – 29″564
12 – Callum Ilott – Sauber by Charouz – 41″390
13 – Mahaveer Raghunathan – MP Motorsport – 52″478
14 – Tatiana Calderon – Arden – 53″021
15 – Luca Ghiotto – Virtuosi – 1’32″691

Classifica campionato
1.De Vries 225; 2.Latifi 166; 3.Ghiotto 155; 4.Aitken 153; 5.Camara 151; 6.Matsushita 116; 7.Zhou 115; 8.King 79; 9. Hubert 77; 10.Deletraz 61.

Ordine di arrivo dopo 30 giri:

1 – Nobuharu Matsushita – Carlin – 48’56″512
2 – Luca Ghiotto – Virtuosi – 5″752
3 – Nyck De Vries – ART – 9″207
4 – Callum Ilott – Sauber by Charouz – 17″213
5 – Sergio Camara – DAMS – 20″487
6 – Jordan King – MP Motorsport – 24″810
7 – Giuliano Alesi – Trident – 32″335
8 – Jack Aitken – Campos – 33″059
9 – Sean Gelael – Prema – 38″890
10 – Mahaveer Raghunathan – MP Motorsport – 1’12″785
11 – Nikita Mazepin – ART – 1 giro
12 – Marino Sato – Campos – 1 giro
13 – Nicholas Latifi – DAMS – 1 giro

Fonte: https://www.corsanews.it

https://www.motormaniaci.net

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *