Smog: Emilia Romagna, misure straordinarie in tutti i comuni di pianura

Misure straordinarie per la qualità dell’aria in Emilia-Romagna: dal primo marzo in tutti i Comuni di pianura disposto il blocco alla circolazione dei veicoli più inquinanti e da subito saranno in vigore regole più severe per il riscaldamento e per il divieto di abbruciamenti in campagna. Sul piatto la Regione mette risorse per quasi 37 milioni di euro già a partire da quest’anno, fondi che verranno rifinanziati nel 2022 e 2023. Le nuove misure sono state approvate oggi in Giunta.
    Dal primo marzo si aggiunge dunque in tutti i Comuni della pianura dell’Emilia-Romagna sotto i 30mila abitanti il blocco alla circolazione per i veicoli privati euro 0 ed euro 1 nei centri abitati dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30. Per i 33 Comuni firmatari del Pair 2020, proseguono invece le misure già avviate: blocco dei veicoli privati Benzina Euro 2 e Gpl e Metano Euro 1 (attivo dall’11 gennaio), blocco dei veicoli privati diesel Euro 3 e raddoppio, fino a quattro al mese, delle domeniche ecologiche (attivo dal 24 gennaio) con blocco della circolazione anche per i veicoli diesel Euro 4.
    Delle risorse, 10 milioni saranno destinati all’agricoltura per la copertura degli stoccaggi degli effluenti zootecnici e l’utilizzo di tecniche di spandimento e di gestione dell’allevamento a basso impatto ambientale; 7 milioni per il riscaldamento per incentivi alla sostituzione di apparecchi obsoleti di combustione a biomassa per uso domestico; 16,9 milioni per la mobilità sostenibile, per la sostituzione dei veicoli più inquinanti nella pubblica amministrazione, il potenziamento del progetto ‘bike to work’ e la promozione delle strade scolastiche e dei percorsi sicuri casa-scuola e 3 milioni per interventi di forestazione urbana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *