Porsche Taycan Turbo S, incredibile record al chiuso

Grazie alle emissioni zero allo scarico, Porsche Taycan può essere spostata e guidata senza problemi in ambienti chiusi, rispettando perfettamente aria da respirare e persone. Una prerogativa, questa, che è stata presa molto sul serio dal pilota Leh Keen che ha portato una Porsche Taycan Turbo S all’interno di un edificio per mostre ed eventi a New Orleans, in Louisiana fino alla velocità di 165,1 km/h. Keen ha trovato così un modo per rendere meno ‘triste’ e noiosa una grade area che – in assenza dei visitatori e degli stand – è addirittura più vuota di una sala chiusa al pubblico.

Ma lo ha fatto anche per strappare un record da Guinness dei Primati, visto che in precedenza la velocità massima raggiunta da un veicolo al chiuso era di 138,4 km/h.

Secondo le regole, rigorosamente applicate dal Guinness World Records, Keen ha dovuto iniziare il suo tentativo di record e portarlo a termine da fermo restando sempre all’interno dell’edificio: non potevano esserci rincorse, reti di sicurezza, portoni aperti e quindi nessuna via di fuga. Per farlo Keen aveva bisogno di un’auto che fosse sicura in condizioni difficili, che in accelerazione e, soprattutto, in decelerazione fosse davvero eccezionale.

E la nuova Porsche Taycan Turbo S completamente elettrica disponeva di una coppia poderosa (per scattare da 0 a 100 in 2,8 secondi) ma anche di trazione integrale per massimizzare l’aderenza e di potenti freni in carbonio ceramico. La scelta dell’edificio si è subito rivolta all’Ernest N. Morial Convention Center di New Orleans, un centro congressi che vanta la più grande sala espositiva contigua negli Stati Uniti.

Tuttavia, come molte altre strutture del genere, il pavimento in cemento lucidato replicava l’aderenza del ghiaccio quando affrontato a velocità elevata. “Potevo sentire i sistemi della Taycan capirlo, lavorare con impegno per farmi andare dritto – ha commentato – è stata un’impresa impressionante. Accelerare così forte su una superficie così irregolare è stato incredibile. Ma nemmeno per un momento ho dubitato che potessi farlo”.

La strategia di Keen è stata quella di costruire lentamente il record, con corse esplorative a bassa velocità. I pneumatici di serie sono stati preriscaldati per precauzione e quando si è trattato del tentativo da registrare per il Guinness World Records, è bastata una corsa. “In partenza ho usato il launch control dell’auto – ha detto – mentre alla fine sono stato gentile con i freni, anche se l’impianto della Taycan erano più che all’altezza del compito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *