Rottamava auto abusivamente, arrestato

 Continuava a rottamare e smaltire carcasse di auto nonostante nel 2019 gli fosse stato sequestrato il terreno sul quale aveva installato la sua attività. I carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) hanno arrestato Andrea Tolari, 32 anni, perché accusato di numerosi reati contro l’ambiente commessi durante la sua attività abusiva di trattamento di rifiuti pericolosi quali veicoli a motore fuori uso.

Il provvedimento, agli arresti domiciliari emesso dal Gip di Cagliari arriva dopo oltre un anno e mezzo di indagini.

L’attività, infatti, è iniziata nel secondo semestre del 2019, nell’ambito dei controlli eseguiti dal Noe sulla rottamazione dei veicoli. I militari dell’Arma avevano così individuato un centro di trattamento abusivo, a Villasor, pubblicizzato online e di cui era titolare Tolari. Era immediatamente scattata l’ispezione. Il 32enne, secondo quanto emerso dalle indagini, aveva trasformato il terreno in un centro per la rottamazione illegale. Il terreno fu sequestrato ma, secondo quanto emerso dalle indagini, Tolari avrebbe continuatonerll’attivita illecita, violando i sigilli dell’area sequestrata e ritirando mezzi da demolire in tutta la Sardegna “con la scusa – spiegano i carabinieri del Noe – di ricavarne pezzi per il mercato dei ricambi usati, alimentando il traffico illecito degli stessi rifiuti”.

Al 32enne, inoltre, vengono contestati anche episodi di ricettazione di auto rubate, ma anche casi di concorso in falso ideologico commessi da un pubblico ufficiale in certificazioni attestanti la presa in carico di veicoli destinati alla rottamazione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *