Petronas, voglia di stupire: “L’obiettivo è vincere in tutte le classi”

Ambizioni altissime per la squadra malese, presente in tutte le categorie. Il team principal Razali: “Puntiamo a far meglio del 2020”. Il team director Stigefelt: “Sogno un trionfo in ogni classe nello stesso weekend”

Con un 2020 sorprendente, che ha consacrato la stella di Franco Morbidelli, secondo nel mondiale piloti a 13 punti dal campione Joan Mir, e complessive 6 vittorie che hanno fruttato un altro secondo posto, nel mondiale dei team, per la scuderia Yamaha Petronas SRT cercare di fare meglio significa una sola cosa: indossare la maglia iridata.

Orgoglio e ambizioni

 

La formazione guidata dal team principal Razlan Razali, stabile nei vertici tecnici, ma rinnovata nella coppia di piloti, formata ora da Valentino Rossi e Franco Morbidelli in MotoGP, non nasconde le proprie ambizioni: “Al di là dell’orgoglio di rappresentare per la terza stagione la Malesia e la Petronas nel mondiale MotoGP, desideriamo dare a Franco e Valentino le migliori opportunità – dice Razali -. Per Franco è un’occasione favolosa per ottenere cose ancora migliori del suo stellare 2020; per Valentino speriamo che una nuova squadra gli dia le migliori opportunità per sfruttare il suo talento e la sua esperienza. Il team ha avuto un percorso incredibile, siamo reduci da un 2020 favoloso, ma consapevoli che ci sono sempre aree in cui poter migliorare e spingeremo per supportare Franco e Valentino fornendo loro tutti gli strumenti per affermarsi. Anche in Moto2 e Moto3 abbiamo formazioni forti: da Xavi Vierge e Jake Dixon in Moto2 e John McPhee e Darryn Binder in Moto3 ci aspettiamo stagioni molto eccitanti”.

Moto2, le ambizioni di Vierge e Dixon

 

Chiamati in ballo, ecco i propositi dei piloti Petronas della Moto2. “Dopo un anno di lavoro insieme con il team ci capiamo bene – dice il 23enne spagnolo Xavi Vierge, 10° l’anno scorso -. L’obiettivo è di lottare per le prime posizioni già dalle prime gare e lottare per il campionato fino alla fine. Non voglio ripetere gli stessi errori dell’anno scorso: ho l’obiettivo di guidare in modo più calmo e costante”. Così Jake Dixon, compagno di Vierge per il secondo anno di fila: “È bello lavorare con il team Petronas, l’unico che è presente in Moto3, Moto2 e MotoGP. In questa stagione voglio essere più costante sin dall’inizio della stagione: se riesco a raggiungere la mia forma in tempi brevi sarà automaticamente tutto molto meglio. Utilizzerò le prime gare per vedere dove mi trovo, per poi inseguire vittorie e podi”.

McPhee e Darryn Binder per il top

 

Progetti ambiziosi pure in Moto3, dove John McPhee è al terzo anno con la Petronas: “È un team professionale, dentro e fuori la pista e mi hanno tutti aiutato a ottenere ottimi risultati con due vittorie e sette podi – dice -. Dopo le ottime prestazioni dello scorso anno in molte gare so di poter andare meglio e non vedo l’ora di capire cosa è possibile fare”. Al suo fianco ci sarà il neo arrivato Darryn Binder: “Significa molto per me far parte del team Petronas: hanno una squadra in ogni categoria, con un ottimo percorso in MotoGP. Poi ho sempre considerato Rossi come un idolo ed è piuttosto bello essere sotto lo stesso tetto. Voglio fare una stagione forte in Moto3, ho chiuso il 2020 bene e voglio riprendere da dove avevo chiuso, cercando di salire sul podio il più possibile o almeno stare fra i primi cinque”.

Il sogno di Stigefelt

 

Così Johan Stigefelt, il team director: “Attendiamo con ansia questa stagione con l’orgoglio per ciò che abbiamo ottenuto negli anni precedenti, ma pure la consapevolezza che i nostri avversari non si fermano mai, quindi nemmeno noi dobbiamo farlo. Abbiamo ottenuto ottimi risultati in MotoGP, ma di certo non siamo stati perfetti: in questi mesi abbiamo mirato a miglioramenti su tutta la linea e siamo forti in ogni classe. I nostri obiettivi sono più alti di prima, ma lo è anche il nostro potenziale: il sogno è ottenere una vittoria in ogni categoria nello stesso fine settimana, è molto, ma non è impossibile”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *