MotoGP 2021, Quartararo: “Possiamo migliorare, ma sono soddisfatto di oggi”

Nella prima giornata di test, i team hanno lavorato per trovare il miglior setting in ottica delle qualifiche e della gara di domenica. I primi 10 piloti sono racchiusi in mezzo secondo e vedremo domani quanto i tempi si abbasseranno

La prima giornata di prove libere ufficiali della stagione 2021 della MotoGP si è conclusa. I piloti hanno lavorato per preparare le qualifiche e la gara di domenica. Al termine delle FP2, le due Ducati di Jack Miller e Pecco Bagnaia hanno conquistato le prime due posizioni, mettendosi alle spalle il giovane Fabio Quartararo e la sua Yamaha. Si prospetta un fine settimana di fuoco e fiamme perché i primi dieci piloti sono contenuti in mezzo secondo. Ecco le parole del francese numero 20 e di Maverick Viñales, di Aleix Espargaro con l’Aprilia e di Pol Espargaro con la Honda

Fabio Quartararo, 3° in 1’53”575

—  

Il neo acquisto del team Yamaha ufficiale è tra i piloti più veloci in pista, ma deve rimanere concentrato per non fare errori banali: “Sono molto contento di questi primi giri del 2021. Non abbiamo montato la miglior gomma nelle FP1 perchè avevamo bisogno di salvare la morbida per dopo, per il momento giusto. Abbiamo provato un po’ di cose nella prima uscita delle FP2, ma non mi è piaciuta la moto. In ogni caso sono contento di aver provato. Ora lo sappiamo. È stato molto buono anche provare due volte l’attacco al giro alla fine. Sarà dura perché i nostri avversari sono veloci, ma sono contento di aver fatto due giri buoni. Ci sono ancora dei piccoli errori da correggere, ma nel complesso oggi sono soddisfatto”.

Maverik Viñales, 6° 1’53”639

—  

Lo spagnolo continua ad essere sempre nelle prime posizioni e anche per lui l’obiettivo è ridurre al minimo gli errori per portare a casa punti importanti: “Nelle FP1 penso di aver portato avanti il lavoro iniziato nei test. Tutti è andato secondo i piani e mi sono trovato molto bene sulla moto e in pista. Verso sera mi sono sentito un po’ diverso rispetto ai test, ma ovviamente il tracciato non era nelle stesse condizioni. Sono certo saremo in grado di migliorarci nel corso del weekend. Per domani ci focalizzeremo sul setting per trovare il miglior bilanciamento delle moto e vedremo come migliorare. So che ce la faremo e non vedo l’ora di riscendere in pista e fare bei giri”.

Pol Espargaro, 10° 1’53”901

—  

Per essere al top, Pol deve ancora capire a fondo la Honda, ma le prime impressioni sono ottime, nonostante le scivolate del venerdì: “Sono contento perché dopo una settimana di stop sono riuscito ad essere veloce quasi come nei test. Sono a soli 5 decimi dalla vetta e sarei stato anche più vicino se fossi riuscito a chiudere un bel giro. Questo significa che mi sto avvicinando, ma ho dovuto sorpassare il limite (due volte) oggi, ma nessun problema, a volte ci vuole. Meglio oggi che domani in qualifica o domenica in gara. Sarà difficile migliorarsi per entrare direttamente in Q2. È stata una giornata soddisfacente”.

Aleix Espargaro, 8° 1’53”727

—  

Già dai test, l’Aprilia si è confermata molto veloce sul giro secco e bisognerà vedere se lo spagnolo numero 41 riuscirà a concretizzare le performance anche in gara: “Sono soddisfatto di questo inizio. Dopo i test, andati bene, avevo qualche dubbio perché quando inizia il weekend di gara i valori in campo possono cambiare. Invece anche oggi ci siamo confermati, sono contento soprattutto della facilità con cui riesco ad essere veloce con la nuova RS-GP. È una moto che mi diverto a guidare, sento che la sto sfruttando e i tempi lo dimostrano. Ora voglio concentrarmi sulla qualifica perché credo sia possibile fare bene anche in quella condizione. Domenica in gara ci saranno tanti aspetti da valutare con una moto completamente nuova, dal comportamento in scia al consumo di benzina. Affrontiamo una sessione alla volta ma con uno spirito molto positivo”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *