MV Agusta compra all’asta la sua rara moto da corsa degli anni ’50

MV Agusta riporta a casa un raro esemplare risalente agli anni ’50: si tratta del modello da corsa CSS 175/204cc che la Casa motociclistica di Schiranna ha acquistato all’asta e ha iniziato a restaurare per riportarlo al suo antico splendore. L’acquisto della storica moto è avvenuto grazie a Catawiki, il popolare sito di aste online specializzato nella vendita di oggetti rari e a volte unici nel suo genere.

Una grande operazione per MV Agusta che arriva a pochi mesi di distanza dai festeggiamenti del suo 75/o anniversario, celebrato con una edizione limitata della Superveloce. La CSS 175/204cc venne acquistata nel 1958 da Chris Newport, un rider e collezionista dalla Gran Bretagna. A venderla fu un certo Stanley Hailwood che era il padre di “Mike the bike” Hailwood, grande leggenda del motociclismo che nel corso della sua carriera ha conquistato per ben 9 volte il titolo di campione del mondo, diventando uno dei piloti più amati nella storia di MV Agusta.

Una volta in possesso della moto, Newport la usò per partecipare a diverse competizioni motociclistiche amatoriali, su tutte la Brand Hatch. In seguito decise di accantonare l’esemplare di MV Agusta per poi venderla alcuni anni più tardi.

La mitica Agusta riportata a casa

La mitica CSS 175 204cc che MV Agusta ha riportato a casa.

La CSS 175/204cc da corsa di MV Agusta, che all’inizio del 2021 ha raddoppiato la flotta di moto in dotazione alle forze dell’ordine, fece la sua ricomparsa in Olanda nel 2012 e, più recentemente, è stata messa all’asta su Catawiki. Un dirigente di MV Agusta, navigando online, si è accorto quasi per caso dell’esistenza di questa gemma sul popolare sito di aste e ha fatto in modo di assicurarsi il prezioso esemplare, tornato finalmente a casa dopo più di 60 anni.

Questa moto rappresenta un pezzo di storia del motociclismo: nata inizialmente con una cilindrata di 175 cc, venne poi aumentata fino a 204 cc. Nel corso dei decenni, chi l’ha posseduta ha fatto in modo di preservarne l’autenticità: come si può vedere dalle foto, pubblicata sulla pagina Facebook ufficiale di MV Agusta Motor, la maggior parte dei pezzi originali sono stati conservati fino a oggi: i carburatori TT Amal in doppia configurazione, le gomme “Green Spot” di Avon, il mitico contagiri da gara Smiths e lo splendido scarico Megaphone.

L’operazione che ha riportato a casa l’esemplare rappresenta per il marchio di Schiranna, che ha da poco svelato la nuova gamma delle naked 2021, il primo passo per la nascita di un reparto inedito: “Siamo tutti molto emozionati – ha dichiarato il CEO di MV Agusta Motor S.p.A. Timur Sardarov – è un meraviglioso primo progetto per il nostro nuovo reparto, nel quale saremo in grado di riportare preziose moto d’epoca alla loro condizione originale qui in fabbrica, attraverso il lavoro paziente e appassionato degli eredi degli artigiani stessi che le hanno costruite”.

Fonte: https://motori.virgilio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *