Dakar: KTM strappa Kevin Benavides alla Honda

All’inizio di gennaio, Benavides ha guidato la prima doppietta della Honda nel raid più importante al mondo, battendo il compagno di squadra Ricky Brabec (vincitore nel 2019) ed una flotta di KTM.

Un risultato che lo ha reso il primo argentino capace di vincere nella combattutissima categoria moto, il secondo in assoluto dopo Marcos Patronelli, che si era imposto tra i Quad nel 2010.

Il 32enne era entrato in orbita Honda nel 2015, quando aveva partecipato al Rally del Marocco con il supporto della filiale sudamericana, debuttando con un ottimo quarto posto.

Pochi mesi dopo ha disputato la sua prima Dakar con il costruttore giapponese, finendo quarto all’esordio e riuscendo a fare meglio l’anno successivo, quando si piazzò addirittura secondo.

Ma dopo aver giocato un ruolo fondamentale nei due successi della Honda alla Dakar a cavallo tra 2020 e 2021, Benavides disputerà il resto della stagione per i colori della KTM.

L’argentino sarà nel FIM Cross-Country Rally World Championship con la Casa austriaca, con la quale prenderà parte anche alla prossima Dakar in Arabia Saudita, prevista per gennaio 2022. La sua prima uscita in sella ad una KTM è prevista per il Rally del Kazakistan, all’inizio del mese di giugno.

“Mi sento così eccitato all’idea di unirmi al Red Bull KTM Factory Racing, è un grande cambiamento per me”, ha detto Benavides.

“Come vincitore della Dakar, si tratta di nuovo importante capitolo della mia carriera agonistica. Sono sempre stato un ammiratore delle moto della KTM e di come è organizzata la squadra. Credo che sia davvero la scelta migliore per me, per provare a conquistare delle altre vittorie alla Dakar, ma anche il titolo Mondiale”.

“Il piano, dopo la mia prima visita alla fabbrica in Austria, è di andare a Dubai e passare un po’ di tempo sulla moto e con la squadra”.

“L’obiettivo per quest’anno è cercare di adattarmi alla moto il più rapidamente possibile e conoscere tutte le persone della squada nuova, in modo da sentirmi subito a mio agio e potermi concentrare sulla guida. Guardando al prossimo anno, l’obiettivo sarà quello di vincere di nuovo la Dakar”.

“Ho già avuto la fortuna di essere un pilota supportato da KTM nell’enduro anni fa, quindi ora essere nel team ufficiale è un sogno ed un vero onore. Sono davvero grato per l’opportunità e non vedo l’ora di iniziare a correre!”.

KTM aveve messo a segno una striscia di ben 18 vittorie alla Dakar, che è stata interrotta dal successo di Brabec nel 2020, nella prima edizione della gara disputata in Arabia Saudita.

“Questo è un momento emozionante per Red Bull KTM Factory Racing e siamo lieti accogliere Kevin in squadra”, ha detto il team manager Kevin Viladoms.

“I suoi risultati parlano da soli e sono sicuro che la sua esperienza, così come la sua motivazione, porteranno molto alla nostra squadra. Questo, combinato con la nostra esperienza, crediamo che sarà di grande beneficio per tutti”.

“Il nostro programma sta affrontando alcuni cambiamenti e ci stiamo concentrando sul futuro, sull’obiettivo di vincere il campionato e di riportare il titolo della Dakar in Austria. Non vediamo l’ora di iniziare il nostro programma di test con Kevin per arrivare pronti alla prima gara del Mondiale”, ha concluso.

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *