Marc Marquez pronto al rientro: convocato per la visita medica del GP di Portimao

L’Irta ha inviato oggi una mail alla Honda e anche a Ducati (per Miller) e Tech3 (Lecuona) operati ieri per sindrome compartimentale: il dottor Charte e il medico portoghese dovranno certificare l’idoneità dei piloti

A Portimao tutto è pronto per il rientro di Marc Marquez. L’otto volte campione del mondo, dopo la terza operazione al braccio destro di inizio dicembre per l’insorgere di una pseudoartrosi all’omero destro fratturato il 19 luglio durante la prima gara del Motomondiale a Jerez e aver saltato i primi due GP dell’anno in Qatar, è ormai prossimo al ritorno in pista.

Controllo a Madrid

 

Fermato prima della doppia gara di Losail dai medici dell’ospedale Ruben International di Madrid che lo avevano operato a fine 2020, per un ritorno valutato come troppo anticipato, il campione della Honda ha in programma di sottoporsi lunedì 12 aprile, sempre a Madrid, a una nuova visita, che dovrà avallare l’ok alla presenza al GP di Portogallo in programma il 18 aprile. Intanto, però, la MotoGP è pronta a riaccoglierlo.

Ecco la mail dell’Irta

—  

È di oggi pomeriggio, infatti, la mail con la quale l’Irta, l’associazione che raggruppa i team del Mondiale, informa tre squadre dell’obbligo da parte dei loro piloti di sottoporsi giovedì 15 alla visita medica obbligatoria per chi è reduce da un’infortunio o da un’operazione chirurgica: i destinatari sono il team Ducati, quello KTM Tech3 e, appunto, la Honda HRC . I piloti che dovranno presentarsi dal dottor Angel Charte, responsabile medico della Dorna, e da quello del circuito portoghese, sono Jack Miller e Iker Lecuona, che ieri sono stati operati alla clinica Dexeus di Barcellona dal dottor Xavier Mir per la sindrome compartimentale al braccio, ma anche Marc Marquez, che ormai scalpita per risalire sulla sua Honda. Chiaramente bisognerà attendere il semaforo verde da parte dei professori Samuel Antuña e Ignacio Roger de Oña, che lo hanno operato e che fino a questo momento sono sempre stati molto prudenti nei tempi di recupero, ma l’impressione è che finalmente anche per Marc il calvario stia per terminare.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *