WRC, Rally Croazia, PS19: Neuville OK. Evans allunga su Ogier

Al Rally Croazia è andato in scena il penultimo atto della gara, la Prova Speciale 19 di 25,20 chilometri, che ha delineato meglio quali potranno essere gli scenari nell’ultima prova, la PS20, che assegnerà anche ulteriori punti facendo funzione di Power Stage.

Thierry Neuville ha provato a dare tutto per cercare di rientrare nella lotta alla vittoria o, quantomeno, per provare a ridurre il margine che lo separava dalla seconda posizione e c’è riuscito solo in parte.

Il belga della Hyundai ha vinto con merito la speciale – ennesimo scratch del suo fine settimana – precedendo i rivali Elfyn Evans e Sébastien Ogier. Evans, leader della gara, ha però perso solo 4 decimi da Neuville e ora ha un margine sul pilota della Hyundai pari a 8″ netti.

Anche Sébastien Ogier non ha perso tanto da Neuville, appena 1″5, però il suo margine è più risicato: tra i due ci sono 4″1 che potrebbero anche essere colmati se Neuville dovesse riuscire a vincere la prova e Ogier dovesse incontrare più difficoltà.

Evans, però, è riuscito nel suo intento. Non solo si è difeso egregiamente dagli attacchi di Neuville, ma ha anche allungato su Ogier, aumentando il suo vantaggio in classifica. Sia chiaro, questo è ancora risicato, perché parliamo di 3″9. Ma Evans oggi ha dato prova tangibile di essere più in forma del 7 volte iridato e con un feeling maggiore con la sua Yaris.

Ogier, dal canto suo, ha ricevuto la buona notizia di poter correre con la vettura danneggiata dopo l’incidente stradale avvenuto questa mattina nel trasferimento dal Parco Assistenza alla PS17. Un delegato FIA ha ispezionato la vettura e ha dato il nulla osta a Sébastien per proseguire la gara anche con la fiancata destra rotta nell’impatto con una vettura stradale.

Difficilmente Ogier sarà in grado di recuperare il gap che lo separa da Evans, ma è probabile che cercherà almeno di vincere la speciale per portare a casa 5 punti ulteriori che lo porterebbero in testa alla classifica generale del Mondiale Piloti.

Dopo l’errore nella PS18, Adrien Fourmaux ha firmato una grande prova cogliendo il quarto tempo. Questo è stato sufficiente a difendere la quinta posizione nella classifica generale dagli attacchi di un Takamoto Katsuta scatenato. Il giapponese, però, dovrà probabilmente accontentarsi della sesta piazza.

 

Da segnalare l’incidente che ha tolto dai giochi per il podio del WRC2 Nikolay Gryazin. Il russo ha commesso un errore e ha fatto capottare la Volkswagen Polo GTI R5 con cui stava correndo in questo fine settimana. La prova è stata interrotta perché la vettura di Gryazin è rimasta bloccata in mezzo alla sede stradale della stage.

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *