Marquez ad Acosta: “Pensa solo a divertirti. E non cercare di vincere a tutti i costi”

Marc Marquez, campione della Honda, ha incontrato Pedro Acosta, baby talento della Moto3 che sta volando con Ktm. Marc gli ha fornito diversi consigli, dalla gestione delle interviste al controllo della pressione: “Tutti ti chiederanno di vincere sempre, sarà più complicato. Tu pensa solo a rilassarti”

Per certi aspetti, i protagonisti delle ultime due gare del Motomondiale sono loro: Marc Marquez e Pedro Acosta. Il primo, otto volte campione del mondo e stella della MotoGP, ha emozionato tutti con il suo ritorno in pista dopo il gravissimo incidente di un anno fa a Jerez. Il secondo sta demolendo la concorrenza all’esordio in Moto3. I due spagnoli si sono incontrati poco prima della conferenza stampa nel GP di casa di fronte alle telecamere della Dorna e i contenuti della loro conversazione sono stati davvero molto curiosi.

CONSIGLI

—  

Undici anni separano Marquez, classe 1993, da Acosta, nato nel 2004. Per il giovanissimo fuoriclasse della Ktm è tutto nuovo, persino le interviste. Marc ha esordito provando a tranquillizzarlo: “Non ti preoccupare, è normale essere agitati. Ti abituerai alle conferenze”. Poi un consiglio da parte del campione della Honda: “Goditi il tuo primo anno. Per me è stata la stagione più bella e divertente. Dopo tutti ti chiederanno sempre di vincere, diventerà più complicato. Le persone si aspetteranno che tu debba conquistare il successo in ogni gara. Rilassati. E se non puoi vincere, pensa ai punti. A 28 anni l’ho imparato, ma quando avevo la tua età…”.

PREVISIONE

—  

Marquez si lascia andare anche a una previsione in vista di Le Mans: “Mi piace il tuo stile di guida. Non sei molto fluido in curva come la maggior parte degli altri piloti della Moto3. Freni bruscamente, con angoli precisi. Ecco perché sarai veloce anche in Francia. È un circuito stop&go. Inoltre, il tracciato non è lungo, lo imparerai in pochissimo tempo”. Gli avversari di Acosta sono già avvertiti.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *