Dovizioso e Aprilia, ci sarà un terzo test?

Il meteo stravolge il programma del romagnolo e della casa di Noale impegnati al Mugello e si delineano le possibilità per un’altra uscita

Il tanto atteso secondo appuntamento tra Andrea Dovizioso e la Aprilia RS-GP al Mugello è stato compromesso dalla pioggia a tratti lieve e in alcuni momenti torrenziale. Questo non ha permesso il regolare svolgimento del programma previsto anche se Andrea ha provato i cambiamenti ergonomici apportati alla RS-GP dopo il primo test di aprile svolto a Jerez.

Malgrado la pioggia, il numero di giri di pista e il lavoro al box si è trattato di una tappa importante nel percorso di crescita della confidenza di Andrea con la moto e con la squadra. 23 giri il martedì e 22 il mercoledì sono stati il bilancio portato a casa dal forlivese nei due giorni al Mugello.

Proprio per riprendere in condizioni migliori il lavoro iniziato un mese fa a Jerez, Aprilia Racing e Andrea Dovizioso stanno valutando l’ipotesi di un nuovo test a giugno.

Andrea Dovizioso

“Mi ha fatto molto piacere tornare in pista con Aprilia, specialmente qui al Mugello. È un circuito speciale, l’emozione che provo a girare su questo tracciato è unica. Non siamo stati fortunati col meteo ma abbiamo comunque cercato di sfruttare questi due giorni di test. Il grip non era certo quello ideale per spingere, quindi ci siamo concentrati sul capire e migliorare il comportamento della RS-GP in queste condizioni. Alla fine del test precedente non ho espresso giudizi definitivi perché si è trattato di una semplice presa di contatto e trovo sbagliato farlo ora dopo due giorni di pioggia. Ho qualche idea, chiaramente, ma credo che l’ideale sarebbe trovare un’altra occasione per approfondire la conoscenza dell’Aprilia. Mi fa molto piacere l’interesse generato dal mio ritorno in sella ad una MotoGP™ ma, come già detto, non ho piani a lungo termine. Mi sto divertendo, sono sereno e valuterò le mie scelte un passo alla volta”.

Romano Albesiano, Direttore Tecnico Aprilia Racing

“Anche col meteo avverso sono state due giornate importanti. Intanto abbiamo provato per la prima volta la RS-GP sul bagnato e le indicazioni che abbiamo avuto da un pilota esperto come Andrea saranno preziose. E devo dire che in queste condizioni Andrea ha girato piuttosto bene, con tempi molto interessanti. Poi c’è un aspetto che è un po’ meno legato alla pura prestazione ed è la conoscenza reciproca che ovviamente migliora a ogni appuntamento. Le due giornate al Mugello sono state l’occasione per imparare meglio a conoscerci e a lavorare bene insieme”.

Segui questo tema

Fonte: https://www.motogp.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *