Morbidelli e il ginocchio “ballerino”: “Devo conviverci. Ora sull’acqua ci siamo”

Il pilota della Yamaha Petronas felice per il 4° tempo: “Buon feeling sia su molto bagnato e molto asciutto. Il menisco fa male, ma con gli antidolorifici posso guidare regolare”

Franco Morbidelli è contento, ginocchio sinistro a parte. Il pilota della Yamaha Petronas ha chiuso quarto le qualifiche della MotoGP a Le Mans e domani può essere tra i protagonisti. Ma l’articolazione che gli ha ceduto per un problema al menisco durante un cambio di moto durante le prove, lo ha parecchio infastidito. Appena ha appoggiato la gamba a terra è andato giù, cadendo parzialmente addosso alla seconda moto. Insomma, prima di sistemare il problema con un’operazione, ci sarà da soffrire.

Antidolorifici

—  

“Purtroppo il ginocchio fa i capricci – ha detto Morbido dopo le qualifiche – è un punto debole e si è visto nel salto della moto come ha ceduto, è stato doloroso, ma abbiamo un piano di cura e di antidolorifici con la Clinica Mobile, almeno potrò guidare quasi normalmente. In cosa mi condiziona? È un po’ un problema nei cambi di direzione sinistra/destra, quando si deve forzare sul quadricipite se non ho antidolorifici sento una fitta, coi farmaci non sento invece quasi nulla. Pazienza, ci devo convivere”.

Step in avanti

—  

Per il resto Morbido è contento della sessione: “Siamo in seconda fila e abbiamo un buon feeling in tutte le condizioni – ha detto – andiamo bene sia sul molto bagnato sia sul “molto asciutto”, spero dunque in una buona gara e non in condizioni miste. Sono contento perché sul bagnato lo step in avanti c’è stato. Stamattina ho visto che sull’acqua avevo un buon passo, se piove cercheremo di riproporre quello che abbiamo fatto stamattina in FP3”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *