Le Mans caos: Miller vince dopo il diluvio, 2° Zarco. Bagnaia è 4° , ma perde la vetta iridata

Gara complicata per la pioggia: l’australiano della Ducati si impone sul connazionale della Pramac e Quartararo, nuovo leader del mondiale. Marquez cade dopo aver impressionato, gran 5° Petrucci, Rossi 11°

Dal week end roulette di Le Mans esce il numero 42. È quello di Jack Miller, che vince un GP di Francia della MotoGP trasformato dalla pioggia in una lotteria. L’australiano della Ducati fa dunque il bis della gara di Jerez e sul traguardo di una gara in cui il cambio di moto si è reso necessario dopo 5 giri, precede Johann Zarco (Ducati Pramac) e Fabio Quartararo, che grazie al terzo posto diventa il nuovo leader del mondiale, superando di un punto Francesco Bagnaia, ottimo 4° dopo una progressione notevole dal 16° in griglia. Ottimo 5° Danilo Petrucci, con la Ktm, mentre Rossi è 11° e Marc Marquez si ritira dopo una doppia caduta ed essere anche stato leader della corsa.

la gara

 

Cielo nuvoloso, ma pista asciutta con il cielo però pronto a scaricare il suo contenuto di pioggia. Il primo scatto, al via, è di Miller, ma Vinales ci mette un giro per passarlo e con Quartararo accendono la lotta prima del diluvio che al 5. giro fa girare la gara. In quel frangente cadono Mir, prima di fermarsi al box, e Rins, dopo l’uscita dalla pit lane, ma in grado di riparte. Dalla girandola delle soste si ritrova in testa Marc Marquez, lesto come un gatto a portarsi al comando davanti a Quartararo, ma sprecone: al 9. giro cade e getta via una grande occasione. Nonostante un doppio long lap penalty, a lui e al compagno Bagnaia per eccesso di velocità in pit lane, Miller passa al comando e detta il ritmo su Quartararo e Nakagami. Al 16. giro la pioggia smette e dalle retrovie iniziano a risalire Zarco e Bagnaia, mentre Petrucci è ottimo 6°, Rossi 10° e Marc Marquez, in impetuosa risalita, cade una seconda volta. Quella definitiva. I giri finali, baciati dal sole, si svolgono con traiettoria asciutta: Miller regge, ma Quartararo fatica a reggere il ritmo di Zarco, che a 6 tornate dal termine lo passa. Bagnaia recupera alla grande, supera Petrucci e Alex Marquez e conquista un gran 4°.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.