Marc Marquez: “La seconda caduta perché pensavo ad altro. Occasione persa”

In Francia il campione della Honda è caduto ben due volte in gara, ma il secondo crash è stato il vero errore: “In quel punto stavo pensando di rientrare e rimettere le slick”

Si è concluso il fine settimana sul circuito di Le Mans: gara rocambolesca quella della MotoGP, dove i piloti hanno dovuto affrontare una pioggia improvvisa e il primo flag to flag della stagione 2021 (ecco come funziona la procedura del cambio moto). Tanti gli errori e tantissime le cadute, tra cui quella di Marc Marquez, che è scivolato per ben due volte: la prima mentre era in testa e la seconda mentre aveva un passo mostruoso. “Il fisico non era un problema e ho potuto guidare come volevo. Con la pioggia avevo più possibiltà di fare una bella gara, ma anche di cadere. Oggi non abbiamo sfruttato l’opportunità che il tempo ci ha dato e sono dispiaciuto”.

Un errore che pesa anche sul campionato

—  

Dopo aver saltato le prime due gare, la stagione del numero 93 è partita in salita e un altro zero non ci voleva, soprattutto quando c’era la possibilità di vincere: “All’inizio sull’asciutto mi sono trovato bene e stavo aspettando. Nella prima caduta la moto scivolava moltissimo, ma può succedere sul bagnato, stavo scaldando le gomme. Dopo stavo girando fortissimo e c’è stata una seconda caduta che mi fa più arrabbiare. Stavo spingendo troppo. Non ho rischiato quando dovevo e ho rischiato troppo quando non dovevo”.

L’idea dell’impresa firmata Marc Marquez

—  

Affrontare queste condizioni non è per nulla facile, anche se sei un otto volte campione del mondo. Marc Marquez aveva un passo di quasi 2 secondi più veloce di Jack Miller prima di cadere per la seconda volta e la causa non è solo il ritmo altissimo che stava tenendo: “All’inizio ero calmo, la mentalità è la stessa di Jerez e Portimao, ma è difficile gestire una gara flag to flag. In quel punto, prima della seconda caduta, stavo pensando di rientrare e rimettere le slick. Pensavo più a quello che a guidare, li è stato l’errore. Eravamo veloci ma non l’ho gestita come avrei dovuto”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *