IMSA | United Autosports iscritta all’Endurance Cup 2022

La United Autosports nel 2022 prenderà parte alle quattro gare Endurance dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

La scuderia angloamericana ha iscritto la sua Oreca 07-Gibson #22 nella Classe LMP2 affidandola a Jim McGuire e Guy Smith, ai quali si aggiungerà un terzo concorrente per completarne l’equipaggio, con annuncio previsto per la prossima settimana.

Al trio verrà poi abbinato un quarto pilota per la 24h di Daytona che aprirà la stagione a fine gennaio, gara alla quale il team mancava dal 2018.

“Sono davvero entusiasta di tornare a correre in IMSA l’anno prossimo con United Autosports per tutta la serie endurance – ha detto McGuire – Nel 2021, abbiamo corso tre delle quattro gare imparando molto. Siamo andati forte e la squadra ha fatto uno sforzo incredibile perché ci riuscissimo. Non vedo l’ora di tornare in azione e penso che potremo ambire al podio”.

Smith ha aggiunto: “Mi sono divertito l’anno scorso, tutti noi abbiamo imparato tanto, ma sento che saremo in grado di puntare al vertice nel 2022. Sono particolarmente impaziente di fare ritorno a Daytona, è passato molto tempo da quando ho corso lì, fortunatamente finendo sul podio in diverse occasioni. Guidare di nuovo con Jim sarà fantastico, è costantemente migliorato nel corso della stagione e speriamo di poter sfruttare la cosa”.

Il proprietario, Zak Brown, ha detto: “Sono felice che la squadra parteciperà alle quattro gare di endurance IMSA il prossimo anno. Amiamo correre negli Stati Uniti e sono lieto di dare il bentornato a Jim e Guy nel team”.

Soddisfatto anche il team principal, Richard Dean: “L’intero team IMSA con John Doonan ha fatto tutto il possibile per farci sentire i benvenuti nella loro serie e le corse sono semplicemente fantastiche. Il momento clou sarà tornare a Daytona per la 24 Ore. È un evento incredibile e abbiamo cercato di tornarci dall’ultima volta che vi abbiamo corso nel 2018”.

“Sono lieto di dare il bentornato a Jim e Guy nel nostro team. Jim ha fatto un lavoro fantastico quest’anno, spingendo costantemente e alla Petit Le Mans ha davvero mostrato quanto fosse migliorato, con una prestazione super. Ci sarà un sacco di lavoro per noi fino ai test Roar prima della 24h, visto che mancano solo sette settimane, ma non vedo l’ora di tornare lì a gennaio”.

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *