Sunderland firma il bis alla Dakar: è lui il signore tra le dune

Il britannico, spostato in GasGas dalla casa madre Ktm, ha gestito il vantaggio nell’ultima tappa vinta da Quintanilla. È il secondo successo per Sunderland dopo quello del 2017. Sul podio anche Walkner

Dal nostro inviato Paolo Ianieri

Sam Sunderland su GasGas ha vinto la Dakar 2022. È il secondo successo del pilota inglese nella corsa inventata a fine anni Ottanta da Thierry Sabine, dopo il trionfo del 2017 quando si correva ancora in Sudamerica. A Sunderland, 32 anni, che pochi mesi fa era stato spostato dalla Ktm nella GasGas di famiglia, è bastato controllare nei 146 km dell’ultima speciale che da Bisha ha riportato dopo quasi 9mila chilometri la carovana della Dakar a Gedda, da dove la corsa era partita il 1 gennaio.

la tappa

—  

A vincere per 5” su Ricky Brabec (Honda) e 18” su Toby Price (Ktm)è stato Pablo Quintanilla, ma i 3’25”guadagnati a Sunderland non sono bastati ad annullare i 6’52” di svantaggio che il cileno della Honda doveva recuperare. Sull’ultimo gradino del podio si accomoda Matthias Walkner della Ktm che negli ultimi giorni si è giocato la possibilità di vincere commettendo errori pesanti.

bravo petrucci

—  

Ha sofferto, con il braccio destro che faceva fatica a sollevare dopo la brutta caduta di ieri (“Sono sicuro di essermi rotto qualcosa” diceva all’alba prima di partire per la speciale), ma alla fine Danilo Petrucci stringendo i denti è riuscito a completare a sua volta l’ultima tappa, chiudendo 32° a 15’35” da Quintanilla, per una grande Dakar al debutto nella quale, senza il problema all’impianto elettrico che lo ha fatto dannare per tre quarti della gara e che lo aveva costretto ad abbandonare durante la seconda speciale, avrebbe potuto lottare per un posto tra i primi 15. Inimmaginabile alla vigilia. Se Petrux deciderà di dedicarsi seriamente ai rally raid, l’Italia che in queste due settimane è tornata a innamorarsi della Dakar, potrebbe davvero trovare un degno erede di Fabrizio Meoni, l’ultimo a vincere, per due volte, la Dakar nel 2001 e 2002.

dakar, le classifiche

—  

Moto, ultima tappa, Bisha-Gedda
1. Quintanilla (Honda) in 1h40’
2. Price (Ktm) a 18”
3. Cornejo Florimo (Honda) a 29”
4. Barreda (Honda) a 1’13”
5. Klein (Ktm) a 1’23”
6. L. Benavides (Husqvarna) a 2’38”
7. Walkner (Ktm) a 2’57”
8. Sunderland (GasGas) a 3’25”
9. Santolino (Sherco) a 4’18”
10. Llanos (Ktm) a 4’35”
32. Petrucci (Ktm) a 15’35”

Classifica finale:
1. Sunderland (GasGas) in 38h47’30”
2. Quintanilla (Honda) a 3’27”
3. Walkner (Ktm) a 6’47”
4. Van Beveren (Yamaha) a 18’41”
5. Barreda (Honda) a 25’42”
6. Cornejo Florimo (Honda) a 38’06”
7. Brabec (Honda) a 46’04”
8. Short (Yamaha) a 46’08”
9. Klein (Ktm) a 49’07”
10. Price (Ktm) a 49’20”
45. Gritti (Honda) a 9h41’40”

Fonte: https://www.gazzetta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *