WRC | Loeb: “Non mi aspettavo di vincere. L’ibrido? Bello!”

Sébastien Loeb ha colto ieri una delle vittorie più incredibili della sua carriera, l’80esima nel WRC, l’ottava a Monte-Carlo, facendolo diventare il pilota più anziano ad aver mai vinto un rally di livello mondiale nella storia del motorsport.

Un’ulteriore perla che aggiunge valore a una carriera costellata di gemme come quella dell’alsaziano, che è addirittura riuscito a vincere all’esordio con un team nuovo, M-Sport, e un nuovo navigatore, Isabelle Galmiche. Tutti fattori che avrebbero potuto mettere in crisi chiunque, ma Loeb – anche grazie a un po’ di fortuna nella giornata di domenica – è comunque riuscito a portare a casa un successo meritato.

“Per me è una vittoria incredibile”, ha dichiarato Loeb a Motorsport.com. “E’ stato un grande rally. Ero felice di essere tornato ad avere un bel passo ancora una volta, anche perché arrivando qui non sapevo cosa aspettarmi. Il feeling con la vettura è stato ottimo ed è stato un piacere guidarla”.

“Abbiamo avuto una lotta dura con Ogier per tutto il fine settimana. Sono stato veloce venerdì, lui è stato incredibilmente veloce sabato, specialmente a Sisteron, e poi oggi, quello che è accaduto è accaduto e noi abbiamo vinto il rally. Per noi è stato semplicemente un momento meraviglioso”.

“Sono passati 10 anni dal mio ultimo titolo iridato, dunque sono davvero orgoglioso di essere ancora in grado di lottare con dei ragazzi più giovani ed essere capace di vincere un rally. Di sicuro è uno dei miei migliori momenti”.

“Il livello del WRC è a volte molto alto, ma abbiamo deciso di venire qui e il risultato è fantastico, è molto di più di quanto ci aspettassimo, ma il team, Isabelle, ognuno è stato fantastico. Anche perché è stato il nostro primo rally tutti assieme. E’ stato davvero grande”.

Loeb ha poi speso belle parole nei confronti della sua navigatrice, Isabelle Galmiche, che ha preso il posto di Daniel Elena dopo tanti anni. La navigatrice ha fatto un ottimo lavoro, aiutando Loeb a portare a casa la vittoria.

“Isabelle è stata molto brava. Solo un paio di volte mi ha dato la nota un po’ troppo tardi, ma era davvero una piccola sbavatura. Questa vettura è davvero complessa per i navigatori: stiamo volando nelle prove speciali e devono dare davvero tante note, devono dire un sacco di cose. Lei ha avuto un ritmo perfetto e ha capito come farlo molto bene. Ci sono un sacco di cose da controllare e lo ha fatto perfettamente. Ha tanta esperienza dal campionato francese, ma nel WRC bisogna fare un sacco di cose attorno alla macchina. Ha fatto un lavoro fantastico”.

Leggi anche:

Impossibile poi non commentare la presenza e l’utilizzo della propulsione ibrida delle Rally1. Loeb si è detto molto soddisfatto del suo utilizzo e ne ha sottolineato l’importanza, soprattutto in uscita dalle curve lente grazie a una coppia maggiore e a una spinta in grado di riportare la vettura a velocità sostenute in pochi decimi.

“Non è stato difficile controllare la spinta dell’ibrido. C’era davvero tanta potenza. Te la puoi godere ogni volta che si esce dalle curve lente e quando non ce l’hai a disposizione puoi capire molto bene cosa e quanto ti dà l’extra spinta della parte elettrica. Alcuni piloti hanno detto che queste vetture sono state un po’ troppo dure, ed è vero, ma io non guidavo spesso nel WRC di recente e quando mi sono seduto al volante di questa vettura mi sono goduto tutto e tanto”.

“Sono stato un po’ al limite per tutto il tempo. In alcune speciali mi sono sentito bene, in altre invece ho faticato di più. C’erano posto in cui l’asfalto era molto scivoloso e forse ho faticato troppo in alcune occasioni. Venerdì tutto ha funzionato molto bene, il bilanciamento della vettura era perfetto, la mia gravel crew è stata perfetta a darmi le indicazioni e stavo spingendo forte, ma sempre in sicurezza. I giorni successivi sono stati maggiormente a favore di Séb (Ogier, ndr), ma ero ancora al limite. Lui, però, si è rivelato più veloce. E’ stata una bella lotta e me la sono goduta davvero”.

“Nell’ultima prova speciale è andato tutto bene. Mi sembrava di aver finito le ruote davanti. Il feeling era buono, poi ho visto il tempo di Sébastien e sono rimasto molto sorpreso di quanto sia riuscito ad andare forte! E’ stato un sollievo aver vinto il rally”.

Per concludere Loeb concede prima una battuta, poi conferma di non avere ancora alcun piano per i prossimi mesi legato al WRC: “Ora sono in testa al Mondiale! Ma non abbiamo piani per il futuro, per ora”.

Leggi anche:

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *