Daytona e Le Mans, ‘scambio’ di chicane in segno di unità

Carica lettore audio

Non solo accordi tra FIA WEC/ACO ed IMSA: ora il mondo delle corse endurance vede anche uno ‘scambio’ di omaggi fra circuiti.

Dopo la convergenza della prima categoria dei prototipi di entrambe le serie, che vanteranno Hypercar e LMDh nella stessa Classe dall’anno prossimo, pure Le Mans e Daytona hanno voluto modificare qualcosa nel loro piccolo.

Il tracciato statunitense dove questo fine settimana si terrà la 24h che aprirà la stagione 2022 ha deciso di rinominare la chicane ‘Bus Stop’ in ‘Le Mans’.

In risposta, il Circuit de la Sarthe ha preso la prima variante del rettilineo ‘Les Hunaudières’ che porta a ‘Mulsanne’ ribattezzandola ‘Daytona Chicane’.

Non solo, ma anche i colori dei cordoli di queste sezioni sono stati rifatti: in entrambe le piste saranno blu e giallo, a simboleggiare l’unità di intenti delle due federazioni, che hanno ideato questa iniziativa per i teatri dei due eventi più importanti dei rispettivi calendari.

Bus stop chicane

Bus stop chicane

Photo by: Rick Dole

“Lo spirito di collaborazione tra il team IMSA, Daytona International Speedway e l’ACO a Le Mans non è mai stato così forte – ha detto John Doonan, Presidente IMSA – Tra la storica convergenza per la categoria principale delle corse di prototipi, la recente estensione di 10 anni della partnership IMSA-ACO e l’introduzione di oggi delle chicane ‘Le Mans’ e ‘Daytona’ simboleggia l’affrontare una nuova straordinaria era di gare endurance, diversa da qualsiasi cosa abbiamo mai visto”.

Il Presidente del Daytona International Sppedway, Frank Kelleher, ha aggiunto: “Daytona International Speedway e Le Mans sono due dei luoghi più iconici e storici in tutti gli sport motoristici e hanno ospitato le più grandi corse 24h di auto del mondo. In onore della famiglia francese, siamo orgogliosi di introdurre questa incredibile unificazione dove IMSA, Daytona International Speedway, ACO e Le Mans avranno le corse endurance più competitive del futuro”.

Pierre Fillon, Presidente dell’Automobile Club de l’Ouest, ha chiosato: “Nei due anni dal nostro accordo per creare una Classe comune su entrambi i lati dell’Atlantico, abbiamo fatto molti annunci storici, come la convergenza tra LMH e LMDh, e il rinnovo della nostra alleanza strategica per il prossimo decennio. Questo atto simbolico illustra l’amicizia tra ACO e IMSA che è fondamentale per il futuro dell’endurance”.

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *