KTM tende la mano a Petrucci: “Siamo sicuri che chiamerà”

Carica lettore audio

Danilo Petrucci ha brillato durante la quinta tappa della Dakar 2022, conquistando un sorprendente vittoria per KTM e mostrando il suo talento anche con le moto off-road al mondo intero. Un’impresa storica, visto che in precedenza nessun pilota di MotoGP era riuscito a fare tanto nel più famoso rally raid della storia e che per di più il pilota italiano c’è riuscito al debutto.

Con la prima apparizione di Petrucci alla Dakar che ormai è terminata, il responsabile motorsport della KTM, Pit Beirer, ha detto la sua sull’italiano: “Ora sa quanto sia dura e pericolosa. Non sono sicuro che in futuro voglia proseguire nei rally”.

Mentre questa domanda per il momento rimane senza risposta, Petrucci proverà la Ducati Panigale V4 a Portimato la prossima settimana e molto probabilmente andrà a correre in MotoAmerica in questa stagione. “Petrux” ha detto: “Ho capito che continuare con KTM nel Mondiale Rally Raid non era un’opzione”. Beirer però preferisce prendersi una pausa sull’argomento, soprattutto tenendo un occhio al futuro.

Pit Beirer

MotoGP nicht, aber …: Pit Beirer kann sich weitere Petrucci-Einsätze vorstellen

Foto: KTM

“Sa dove siamo e sono sicuro che ci chiamerà”, ha detto il manager austriaco senza approfondire troppo la cosa. Tuttavia, Danilo è stato abbastanza duro riguardo ai problemi di comunicazione con i vertici di Mattighofen in un’intervista che ha rilasciato a Motorsport.com.

Leggi anche:

“Il mio piano era di fare questa Dakar e poi fare tutto il Mondiale Rally Raid. Ma già prima della Dakar abbiamo avuto dei problemi con la KTM, non ci capivamo bene”, ha detto Petrucci.

Dall’altra parte, Beirer ha commentato la cosa durante la presentazione della squadra MotoGP KTM di questa settimana: “Ci incontreremo di nuovo ad un certo punto. Non so quanto siano specifici i suoi piani per l’estate. Ma lo faremo, perché è ancora un nostro amico”.

Danilo Petrucci

Für Tech-3-KTM kam Petrucci bei seinem Dakar-Debüt mitsamt Etappensieg auf P90 ins Ziel

Foto: KTM

“Prima di tutto, bisogna dire che ha fatto un lavoro incredibile. Lo hanno visto tutti”, ha detto Beirer, elogiando l’ex pilota di MotoGP. “Quando abbiamo detto che avrebbe corso alla Dakar, tutti hanno pensato che fosse una trovata di marketing. Invece sapevo che era un buon pilota off-road. E sapevo anche che aveva questo sogno”.

“Lo amiamo come persona”, ha detto il boss di KTM Motorsport, ammettendo: “E’ stato molto doloroso per noi non poter continuare in MotoGP insieme”. Tuttavia, ha anche detto: “Quando abbiamo fatto questi piani insieme, nessuno di noi avrebbe pensato che sarebbe stato capace di vincere una tappa alla Dakar”, ha concluso.

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *