WRC | Rally Italia Sardegna 2022: ecco le novità e il percorso

Carica lettore audio

Questa mattina gli organizzatori del Rally Italia Sardegna (ACI e Regione Sardegna), unico appuntamento italiano del WRC 2022, ha svelato le prime caratteristiche della sua 19esima edizione.

Se nel 2021 Olbia era stata la base dell’evento sardo, nel 2022 sarà invece Alghero a tornare grande protagonista. La cittadina a nord-ovest della Sardegna ospiterà il Parco Assistenza, mentre Olbia non sparirà dall’evento perché proprio lì ci sarà la cerimonia d’apertura e la prima prova speciale dell’evento.

Le altre 2 novità dell’evento sono legate all’utilizzo della prova speciale Argentiera come Power Stage, dunque l’ultima stage che non solo chiuderà il rally, ma assegnerà anche punti ulteriori ai primi 5 classificati della prova. L’ultima, invece, è proprio la speciale d’apertura a Olbia.

La prova, quinta manche del campionato del mondo rally in programma dal 2 al 5 giugno, avrà un percorso composto da 21 prove speciali, suddivise in tre tappe per complessivi 314,31 km cronometrati. La location ritorna quest’anno di Alghero, con il parco assistenza allestito anche stavolta tra le banchine del porto turistico, le “ramblas” ed il Piazzale della Pace, mentre sala stampa, direzione di gara e quartier generale saranno di nuovo ospitati nella prestigiosa location di Lu Qualté.

Il programma dei 4 giorni di gara

Giovedì 2 giugno alle ore 9.01 ci sarà lo shakedown di Olmedo (3,25 km) mentre nel pomeriggio ci sarà il trasferimento ad Olbia, dove verrà data la partenza ed ospitata alle ore 18.08 la speciale di apertura a Cabu Abbas (3,23 km), che era stata già prevista due anni fa ma poi non si era disputata causa Covid.

I concorrenti trascorreranno la notte ad Olbia al Molo Brin, da dove la gara riprenderà venerdì 3 alle 6.10 con la prosecuzione della prima tappa composta da 8 prove speciali e 132,96 km cronometrati. Al mattino sono previste due speciali ripetute due volte nel Monte Acuto a Terranova (14,36 km) e Monti di Alà 24,65 km), poi nel pomeriggio dopo l’assistenza ad Alghero alle ore 13.06, sono in programma i classici due crono in Gallura di Tempio (12,08 km) e Erula-Tula (15,39 km) con ritorno al parco assistenza di Alghero alle ore 21.34.

Sabato 4 giugno come d’abitudine è prevista la classica giornata ricavata sugli sterrati del Monte Acuto, composta da 8 prove speciali e 134,84 km cronometrati. Si inizia con due passaggi a Coiluna-Loelle (22,91 km) e Monte Lerno (16,57 km), prova speciale questa famosa per il Micky’s Jump ed unica sempre presente in tutte le 19 edizioni della corsa. Nel pomeriggio ci saranno i crono di Osilo-Tergu (14,91 km), che torna dopo un anno di stop, e Castelsardo (13,03 km) con il ritorno dei piloti ad Alghero alle ore 20.48.

Infine domenica 5 giugno sono 43,28 i km cronometrati da percorrere suddivisi in quattro speciali, con due passaggi a Monte Baranta (14,51 km) e nella power stage di Sassari-Argentiera (7,13 km), che nel secondo passaggio delle ore 12.18 andrà in onda in diretta televisiva in tutto il mondo. Davvero un gradito ritorno questo, visto il suo lay out unico e inimitabile, che rappresenta un’importante immagine della manifestazione. Solo allora sapremo con certezza il nome del vincitore di questa 19a edizione dell’appuntamento tricolore del mondiale rally, vincitore che poi come da tradizione si tufferà insieme a tutto il team nelle acque del porto di Alghero.

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *