Pol Espargaro, il primo di 21 piloti in un secondo

Lo stesso non si può dire per il quartetto Yamaha, nonostante i due piloti ufficiali siano secondo e quinto, Quartararo sottolinea la mancanza di miglioramenti al motore e la velocità massima hanno certamente ostacolato la loro pre-stagione. Il francese, tuttavia, ha espresso la sua gioia per la sua velocità con le gomme usate, ma qualcosa manca ancora con le nuove gomme morbide. “Abbiamo bisogno di sapere perché”, ha detto Quartararo il giorno 2 al test ddi Mandalika. L’indomani, Quartararo ha aggiunto di “sentirsi bene” sul lavoro svolto durante il test anche se lui e la squadra si aspettano di più dal nuovo motore. Con tutte le case che sembrano aver fatto grandi passi avanti, scopriremo in Qatar a che punto è la Yamaha.

Fonte: https://www.motogp.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *