WRC | Il Rally Ypres completa il calendario 2022

Carica lettore audio

Il calendario 2022 del WRC è stato completato oggi con l’annuncio del Rally di Ypres. L’evento belga andrà a prendere il posto rimasto vacante nel mese di agosto e completa così la serie di 13 eventi che andranno a delineare il campione del mondo rally 2022 per ciò che riguarda i piloti, ma anche per quanto riguarda quello Costruttori.

Per quanto riguarda il Rally di Ypres, si svolgerà dal 18 al 21 agosto e sarà svolto interamente su asfalto, così com’è avvenuto la passata stagione. Si tratta di una gara veloce, in cui le strade presentano ampi fossati ai margini della strada che non consentono errori.

Nel 2021 il Rally di Ypres venne vinto dall’equipaggio di casa formato da Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe. Fu proprio quello il loro primo successo insieme, poi replicato al Rally di Catalogna qualche settimana più tardi, sempre su asfalto.

Al giovedì ci sarà lo Shakedown e la cerimonia di partenza, mentre le prime speciali saranno svolte a partire dalla giornata di venerdì, con il leader del Mondiale che aprirà la strada. La gara terminerà, come di consueto, nella giornata di domenica con la Power Stage, fissata per l’ora di pranzo.

Jona Siebel, amministratore delegato dei promotori WRC, ha dichiarato: “Il Belgio ha portato qualcosa di molto diverso alla stagione WRC dell’anno scorso, grazie alle sue prove speciali insidiose e al formato veloce, che significava che c’era poco tempo per fermarsi a respirare”.

“La regione di Ypres si butta con tutto il cuore nella settimana del rally. C’è un grande fermento sulle prove e siamo sicuri che sarà replicato nella città stessa questa volta, quando i fan saranno ammessi nel bellissimo parco assistenza Grote Markt”.

“Siamo rimasti molto colpiti dalla professionalità e dai piani del team organizzativo di Zlin. Il rally rimane un evento chiave nel Campionato Europeo Rally FIA e la porta rimane aperta alle loro ambizioni WRC. Non vediamo l’ora di continuare a lavorare con loro”, ha concluso Siebel.

 

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *