Villa d’Este 2022, la cabriolet francese ha vinto il premio Best Of Show

Si è concluso uno dei più famosi concorsi di bellezza per auto storiche, organizzato sulle rive del meraviglioso Lago di Como. La giuria internazionale di esperti ha deciso che la vincitrice assoluta della manifestazione è la splendida Bugatti 57 S. Il festival di tre giorni esalta l’eleganza e la bellezza senza tempo su quattro ruote e delizia gli appassionati di auto d’epoca con una selezione molto accurata di veicoli e nuove affascinanti presentazioni.

Il vincitore del Trofeo BMW Group è quindi la Bugatti 57 S, vincitrice assoluta del Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2022. La decappottabile è stata realizzata nel 1937 e oggi è di proprietà del monegasco Andrew Picker. Una meraviglia senza tempo, che è stata premiata dell’onorificenza di “Best of Show” da parte della giuria di esperti.

Il più importante premio a Villa d’Este

Il premio più significativo del più tradizionale ed esclusivo concorso di bellezza del patrimonio di auto storiche al mondo è stato quindi assegnato a un veicolo di coproduzione italiana e francese. Bugatti e il carrozziere Vanvooren con sede a Courbevoie (vicino a Parigi) hanno creato un capolavoro di ingegneria caratterizzato da una chiarezza estetica impressionante, un’auto che definirla tale è riduttivo: un vero e proprio gioiello. Come per ogni edizione, il festival a Villa d’Este è stato una celebrazione dell’eleganza e della bellezza senza tempo su quattro ruote.

La vincitrice: Bugatti 57 S

Grande trionfo per questa Bugatti unica, creata in maniera meticolose e attentamente curata. Al concorso hanno partecipato gioielli rari di otto decenni di storia automobilistica. L’auto vincitrice della Classe A “The golden Age of Elegance: The Art Deco Era of Motor Car Design” è la prima di sole quattro Bugatti Type 57 S che si dice siano state realizzate da Vanvooren con una carrozzeria cabriolet. L’elegante corpo e le proporzioni perfettamente equilibrate accentuano le linee calme e taglienti che rifiutano qualsiasi forma di sfarzo e ornamento eccessivamente sgargiante.

Bugatti 57 S vincitrice a Villa d'Este

Bugatti 57 S del 1937: la vincitrice del Concorso d’Eleganza a Villa d’Este

Uno dei precedenti dieci proprietari, un vicepresidente della General Motors, ha scambiato il propulsore a otto cilindri in linea Bugatti con un Buick V8 a scopo di prova. Dopo quattro decenni di separazione il tanto ricercato motore originale è apparso in una ricerca su Internet ed è riuscito a tornare all’auto: un fatto che possiamo definire una sorta di miracolo moderno. I partecipanti e gli ospiti attendevano con ansia l’annuncio dei vincitori e le menzioni d’onore. Al concorso erano presenti in tutto 51 auto eccezionali appartenenti a diverse epoche della storia automobilistica.

Alla manifestazione prendono parte sempre vetture rare create nell’epoca d’oro della costruzione di carrozzerie uniche, gli anni Venti e Trenta, periodo in cui l’automobile è stata emancipata dall’essere essenzialmente un prodotto di ingegneria a diventare un oggetto di desiderio ed eleganza (abbiamo visto di recente anche l’auto più costosa al mondo); sono presenti anche modelli sportivi unici. Non dimentichiamo che Concorso d’Eleganza Villa d’Este fa parte delle più prestigiose manifestazioni per auto d’epoca al mondo, e si è svolto a Cernobbio il week end appena concluso, dal 20 al 22 maggio.

Dopo due anni di stop causato dalla pandemia di Coronavirus, domenica 22 maggio è tornata anche la giornata tradizionalmente aperta al pubblico a Villa d’Erba, dove è stato lanciato il nuovo format “Wheels & Weisswürscht Lake Como”.

Tag:

Fonte: https://motori.virgilio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *