WEC | Patrick Pouyanné darà il via alla 24h di Le Mans 2022

Carica lettore audio

Sarà Patrick Pouyanné a dare il via alla 24h di Le Mans, terzo appuntamento della stagione 2022 del FIA World Endurance Championship.

L’Automobile Club De l’Ouest ha scelto l’Amministratore Delegato della TotalEnergies per sventolare la bandiera francese che alle ore 16;00 di sabato 11 giugno farà partire ufficialmente la 90a edizione della corsa sul Circuit de la Sarthe.

Pouyanné rappresenta infatti l’azienda petrolifera che fornisce i carburanti alla serie, da quest’anno con l’Excellium Racing 100 al 100% rinnovabile, a sottolineare l’impegno degli organizzatori sulla sostenibilità.

“È un onore essere Starter della 24 Ore di Le Mans. In qualità di partner dell’Automobile Club de l’Ouest, TotalEnergies è orgogliosa di fornire il carburante 100% rinnovabile per la prima volta nella storia di questa gara”, commenta Pouyanné.

“È il nostro contributo all’impegno dell’ACO per lo sviluppo sostenibile. È anche in linea con la nostra strategia di aiutare i clienti e partner a discutere del cambiamento. Senza dubbio i biocarburanti contribuiranno a ridurre le emissioni di carbonio nel settore dei trasporti”.

“La gara automobilistica endurance più impegnativa del mondo continua a essere un banco di prova e una vetrina per l’innovazione nel settore automobilistico. Mi sento privilegiato a partecipare alla cerimonia di partenza e vorrei ringraziare l’Automobile Club de l’Ouest e tutti i volontari che con la loro passione danno vita a questo magnifico evento”.

Inoltre il Grand Marshall della 24h sarà ricoperto da Gérard Larrousse, vincitore a Le Mans per due volte. L’ex-pilota della Matra salirà in macchina davanti a tutti nel percorrere la tornata poco prima del via.

“Sono davvero onorato di essere stato scelto come Gran Marshall, la 24 Ore di Le Mans ha segnato tutta la mia vita e grazie all’ACO sarò al centro dell’evento”, dice Larrousse.

“Non vedo l’ora aprire una gara che sarà probabilmente eccezionale, vista la ricchezza e qualità dello schieramento”.

Infine Jim France è stato insignito del premio “Spirit of Le Mans 2022”, consegnato a chi incarna i valori dell’endurance e della competizione.

Anche questa una decisione figlia del rinnovamento che FIA WEC e ACO hanno instradato con l’accordo firmato assieme all’IMSA per unire i regolamenti dei nuovi prototipi LMH e LMDh, dunque il trofeo è finito nelle mani del Presidente IMSA e NASCAR proprio per questo motivo.

“Sono orgoglioso del rapporto che abbiamo costruito con l’ACO negli ultimi dieci anni. L’IMSA e l’ACO sono i custodi delle gare professionistiche di sortscar endurance in tutto il mondo e insieme abbiamo sviluppato una piattaforma per un futuro incredibile e radioso”, sono le parole di France.

“Sono profondamente onorato di essere stato scelto dal mio caro amico Pierre Fillon e dal Consiglio di Amministrazione dell’ACO per ricevere quest’anno il prestigioso Trofeo “Spirit of Le Mans”. Entrare a far parte in questo albo d’oro è qualcosa che io e la mia famiglia conserveremo per sempre”.

Pierre Fillon, Presidente dell’Automobile Club de l’Ouest, ha chiosato: “Sono onorato di ospitare Patrick Pouyanné, Gérard Larrousse e Jim France, e grato per il loro contributo all’evento di quest’anno”.

“Con un nuovo carburante rappresentato assieme ad un vincitore della gara e ad una collaborazione storica, questi tre uomini incarnano il senso dell’innovazione, della storia, l’atteggiamento vincente e lo spirito di squadra che caratterizzano la 24 Ore di Le Mans”.

“Quest’anno siamo particolarmente impazienti di accogliere le migliaia di fan che potranno godersi l’evento senza alcuna restrizione numerica”.

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *