WRC | Pirelli, Testoni: “Gomme Hard la prima scelta in Sardegna”

Carica lettore audio

Per Pirelli questo fine settimana andrà un scena un appuntamento molto importante: il Rally Italia Sardegna, quinta uscita stagionale del WRC 2022 e gara di casa per l’impresa milanese fornitrice unica di pneumatici del Mondiale Rally.

Il Rally Italia Sardegna sarà la seconda gara che si terrà su sterrato dopo il Rally del Portogallo, andato in scena nel mese di maggio. Sarà una gara in cui le temperature avranno un’importanza rilevante, perché sempre piuttosto alte data la stagione in cui viene disputata.

Inoltre, anche il fondo giocherà un ruolo determinante. In alcune zone questo sarà prevalentemente sabbioso, mentre in altre saranno pietre taglienti a risultare un vero e proprio rischio per i piloti, soprattutto nei secondi passaggi sulle speciali.

Per questo motivo Pirelli ha deciso di portare le Scorpion KX WRC in due mescole: Soft e Hard. La mescola principale sarà considerata la Hard data la tipologia di fondo che i piloti dovranno affrontare (stessa scelta fatta in Portogallo).

 

Le Hard saranno utilizzate prevalentemente sui secondi passaggi sulle speciali e nelle stage in cui il fondo presenterà tante pietre, temperature alte e un chilometraggio considerevole a livello di lunghezza.

Per quanto riguarda le Soft, invece, potranno giocare un ruolo importante in prove speciali con temperature basse, terreni sabbiosi e sconnessi.

Testoni spiega le sfide della Sardegna

Terenzio Testoni, rally activity manager di Pirelli, ha fatto il punto della situazione in vista del quinto appuntamento della stagione 2022 del WRC.

“Il primo evento su terra della stagione, il Rally del Portogallo, ha già presentato alcune condizioni estreme, più dure di quanto tutti si attendessero. La Sardegna, invece, è sempre un rally molto duro, con strade che hanno la tendenza a deteriorarsi molto dopo il primo passaggio delle vetture”.

“Il meteo dovrebbe essere più stabile e con temperature più alte rispetto a quelle viste in Portogallo. Questo renderà le mescole Hard la prima scelta per tutti i piloti. Le Soft, però, con l’extra grip che offriranno, sarà per i team un’opzione interessante in alcuni casi”.

 

Allocazione delle gomme per pilota

Pirelli porterà circa 1.500 gomme in Sardegna. Di queste, 480 saranno dedicate alle vetture Rally1, la classe di vertice del WRC.

Ogni pilota al volante di una vettura Rally1 potrà utilizzare 28 gomme durante la gara, Shakedown incluso. Una nuova regola per gli eventi su sterrato afferma che ogni pilota potrà scegliere altre 4 gomme per ogni compound prima dello Shakedown, aggiungendole all’allocazione standard che vede:

  • 24 Scorpion KX WRC HA (Hard)
  • 8 Scorpion KX SA (Soft)
Leggi anche:

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *