WRC | Hyundai, altri guai. Neuville: “Lottiamo ma non cambia niente”

Carica lettore audio

Il progetto Rally1 di Hyundai Motorsport è partito con ampio ritardo rispetto a quello dei team e delle Case concorrenti, e questo è un dato di fatto. Ma a preoccupare non sono tanto le prestazioni – in miglioramento nelle ultime uscite – quanto l’affidabilità.

Anche oggi il team che ha base ad Alzenau ha dovuto fare i conti con un guasto su una delle sue macchine più importanti, forse la più importante, quella di Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe, l’equipaggio meglio piazzato nella classifica Mondiale del WRC 2022.

Pochi chilometri dopo aver preso il via della PS5, la Monti di Alà e Buddusò 2 di 24,70 chilometri, Neuville ha dovuto rallentare vistosamente a causa di un guasto verificatosi sulla sua i20 N Rally1 numero 11. Per altro, il guasto si è verificato sì nella speciale che precedeva il Service di metà giornata, ma ha anche privato il belga di una prova in cui – anche grazie a una buona scelta gomme – avrebbe potuto ridurre ancora di più il margine dai primi e aumentare quello da Kalle Rovanpera, in difficoltà con l’alettone posteriore della sua Yaris divelto.

Invece, ancora una volta, un pilota Hyundai si trova a spiegare guasti che continuano a rallentare il percorso del marchio coreano nel WRC.

“Non c’è molto da dire. Si è rotto qualcosa nella trasmissione”, ha dichiarato Thierry Neuville nella Media Zone di Alghero. “Abbiamo cercato di riportare l’auto al Parco Assistenza e ripartire questo pomeriggio. Il team indagherà, aggiusteranno la macchina e ripartiremo”.

“Il problema si è verificato a 4 o 5 chilometri dall’inizio della speciale. La trasmissione era come scomparsa. Non ho indagato su cosa fosse rotto, ma sembra l’albero della trasmissione”.

“Non abbiamo avuto avvisaglie prima del guasto. E’ andata così e basta. Non c’era niente da fare. Quindi abbiamo solo cercato di finire la tappa”.

Neuville, poi, si è lasciato andare a qualche parola che trasudava frustrazione. E questo è comprensibile, soprattutto pensando all’avvio di stagione che ha avuto Hyundai e, nonostante ciò, lui si trovi a occupare la seconda posizione nel Mondiale.

“Non so cosa dire, noi continuiamo a lottare, lottare, lottare e non otteniamo nulla in cambio. Siamo afflitti da problemi in tutti i rally, quindi la situazione attuale è questa. Sicuramente la situazione deve cambiare e tutti stanno lavorando per questo”.

“Ora siamo a 2 minuti dai leader e le prime vetture sono tutte in pochi secondi. Quindi la possibilità di recuperare qualche posizione in questo fine settimana è molto ridotta e trovare la motivazione sarà molto difficile”.

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *