WRC | Lappi: “L’incidente? Andavo ai 50 km/h. Così fa male”

Carica lettore audio

Esapekka Lappi aveva iniziato questo sabato, penultima giornata di gara del Rally Italia Sardegna, al comando. Ma dietro di lui, minaccioso e ad appena 7 decimi di secondo, c’era Ott Tanak.

Nel pomeriggio di ieri, la cancellazione delle ultime prove speciali, aveva congelato la classifica dopo le prime due prove del pomeriggio e Lappi si era trovato in testa dopo un’ottima giornata.

Sembrava tutto apparecchiato per un duello stupendo tra il campione del mondo 2019 e il pilota tornato alla Toyota dopo 3 anni tra Citroen, M-Sport e un anno passato a cercare un sedile per il 2022.

Lappi, però, ha commesso un errore nella PS10, la prima di questa mattina. In un primo momento sembrava che Lappi fosse stato tradito entrando troppo rapidamente in una compressione che lo ha portato a uscire di traiettoria.

Lui, invece, una volta rientrato al Parco Assistenza ha parlato di un sasso che ha colpito la parte inferiore della sua vettura facendogli perdere la traiettoria ideale. A quel punto il finnico è diventato un passeggero della sua GR Yaris, che è finita per sbattere prima contro una roccia e poi contro un albero, perdendo una sospensione – la posteriore sinistra – e rompendo quella opposta.

Esapekka Lappi, Janne Ferm, Toyota Gazoo Racing WRT Toyota GR Yaris Rally1

Esapekka Lappi, Janne Ferm, Toyota Gazoo Racing WRT Toyota GR Yaris Rally1

Photo by: Giacomo Rauli

“E’ davvero difficile mandare giù questo ritiro. Mi sembrava di essere cauto, di non prendere alcun rischio durante la prova. Probabilmente avrei dovuto frenare meno in quella curva perché c’era una pietra sul terreno che ha colpito il pannello che ripara il radiatore e ci ha fatti finire fuori traiettoria”.

“Credo che se avessi frenato meno, poi l’anteriore della macchina sarebbe tato più alto e non saremmo incappati nell’incidente che abbiamo fatto. Ma purtroppo è andata così”.

“E’ stato davvero un incidente strano, anche perché stavo andando a circa 50 chilometri orari in quel punto. Fa davvero male così”, ha concluso Lappi.

Leggi anche:

La vettura è poi rientrata al Parco Assistenza al termine del giro mattutino del sabato. I meccanici, senza toccare la vettura, hanno notato i danni visibili per poi prodigarsi a preparare la vettura: domani Lappi dovrebbe rientrare in gara, considerando che i danni sembrano essere limitati alle sospensioni.

Esapekka Lappi, Janne Ferm, Toyota Gazoo Racing WRT Toyota GR Yaris Rally1

Esapekka Lappi, Janne Ferm, Toyota Gazoo Racing WRT Toyota GR Yaris Rally1

Photo by: Giacomo Rauli

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *