WRC | Rally Italia, PS17: bandiera rossa. Tanak chiude in testa

Carica lettore audio

Nell’ultima speciale di oggi, penultima giornata di gara al Rally Italia Sardegna, è successo davvero di tutto, tra incidenti ed errori di comunicazione che hanno di fatto reso ininfluente la Prova Speciale 17 Monte Lerno di Pattada 2.

Nella stage di chiusura della giornata, Adrien Fourmaux e Alexandre Coria sono stati protagonisti di un incidente piuttosto insolito, con la loro Puma Rally1 finita per sbattere contro gli alberi sulla destra della carreggiata in un tratto veloce, ma non certo tecnico né particolarmente difficile.

La Ford dell’equipaggio francese è andata più volte in testacoda, fermandosi con il muso sulla speciale e le ruote posteriori fuori dalla sede stradale. A quel punto è stata esposta bandiera rossa per l’impossibilità di muovere la vettura e liberare la strada.

Dani Sordo è stato il pilota frenato dall’accaduto, finendo la prova molto lentamente come imposto dal regolamento. Una volta ripartita la prova, un marshal ha erroneamente esposto la bandiera rossa a Craig Breen e ad altri piloti che sono entrati in prova dopo di lui.

Questo ha creato un’incomprensione che ha costretto i piloti a frenare e a chiudere la prova molto lentamente sebbene la direzione gara non avesse più esposto il drappo rosso come in occasione dell’incidente di Fourmaux. Si è trattato di un’evidente incomprensione, che però ha generato confusione in una prova che avrebbe potuto modificare ancora la classifica o i distacchi.

In tutto questo Ott Tanak chiude la giornata davanti a tutti, avendo dimostrato di essere il più forte in questo fine settimana, almeno sino a ora. Per lui si avvicina la vittoria che andrebbe a interrompere un digiuno ormai lungo un anno e mezzo (ultima vittoria al Rally di Svezia nel febbraio 2021).

Si è ormai delineata anche la lotta per il secondo posto, con Craig Breen che ha messo fra sé e Dani Sordo oltre 20 secondi (in attesa dei tempi imposti che dovranno essere assegnati dopo l’errore fatto dal commissario che ha esposto la bandiera rossa). Pierre-Louis Loubet rimane quarto, mentre Kalle Rovanpera si avvantaggia del ritiro di Adrien Fourmaux per salire in quinta posizione.

Il Rally Italia Sardegna riprenderà domattina con la Prova Speciale 18, la Cala Flumini 1 di 12,55 chilometri. La prima vettura entrerà in speciale alle ore 08:10.

Questo il commento della giornata di gara da parte di Terenzio Testoni, Rally Activity Manager di Pirelli: “La giornata di gara è stata molto dura e impegnativa, come è tipico in Sardegna, ma senza che si siano verificate condizioni imprevedibili e fuori dalla norma. Come da aspettative, i secondi passaggi hanno presentato strade molto rotte, ma nei limiti di un normale rally del mondiale. Le prestazioni delle Scorpion sono state in linea con le nostre previsioni: hanno assicurato grip anche sui fondi più sabbiosi e affidabilità su quelli più rocciosi, anche se spesso nelle speciali, le condizioni sono state miste”. 

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *