GTWC | Ferrari straordinaria: “Doppietta che ci carica per Le Mans!”

Carica lettore audio

Straordinaria doppietta per le Ferrari 488 GT3 Evo 2020 di Iron Lynx nella 1000 Km del Paul Ricard, secondo atto dell’Endurance Cup del GT World Challenge Europe powered by AWS.

La vittoria di Antonio Fuoco, Davide Rigon e Daniel Serra, e il secondo posto di Miguel Molina, James Calado e Nicklas Nielsen, sono accompagnati dai podi ottenuti nella Gold Cup e nella classe Pro-Am da Iron Dames e AF Corse, per un fine settimana da ricordare che consegna ai vincitori anche la leadership provvisoria in classifica.

La partenza della gara

La partenza della gara

Photo by: SRO

PRO

In una gara caratterizzata dall’ingresso di tre Safety Car e due fasi di Full Course Yellow, l’ultima delle quali a poco più di 15 minuti dal termine, la Ferrari di Iron Lynx numero 71, scattata dalla pole position con Daniel Serra, si portava al comando a metà gara con Davide Rigon al volante.

Il pilota italiano aumentava il suo vantaggio sugli inseguitori ad una decina di secondi prima di passare il testimone ad Antonio Fuoco che, nel suo doppio stint, era bravo a gestire e ad incrementare il margine sugli avversari, fino a tagliare il traguardo in prima posizione allo scoccare delle sei ore. La vittoria è il risultato di una gestione perfetta del ritmo gara, degli pneumatici Pirelli e del traffico in pista, in ogni fase di una corsa dove non sono mancati i colpi di scena.

La 488 GT3 Evo 2020 numero 51, seconda sotto la bandiera a scacchi, era protagonista di una gara sempre di testa dopo l’ottimo recupero nelle prime ore da parte di Nicklas Nielsen. Dopo il danese saliva sulla vettura James Calado che, in prossimità della sua seconda sosta, mentre si preparava ad attaccare le posizioni da podio, perdeva alcuni secondi per una foratura lenta che si trasformava in una vera e propria foratura.

L’inglese finiva in testacoda ma era bravo sia a evitare un contatto con le barriere, quanto a limitare il tempo perso. Miguel Molina, subentrato a Calado, recuperava un paio di posizioni fino ad insidiare il terzo posto. Nel finale, approfittando del ricompattamento del gruppo in funzione dell’ultima Safety Car, lo spagnolo superava Gounon e concludeva così alle spalle dei compagni di squadra.

Podio Goldcup: Vincitore della gara #7 Inception Racing McLaren 720S GT3: Brendan Iribe, Ollie Millroy, Frederik Schandorff, secondo posto #83 Iron Dames Ferrari 488 GT3: Sarah Bovy, Michelle Gatting, Rahel Frey, terzo posto #33 Team WRT Audi R8 LMS evo II GT3: Ryuichiro Tomita, Arnold Robin, Maxime Robin

Podio Goldcup: Vincitore della gara #7 Inception Racing McLaren 720S GT3: Brendan Iribe, Ollie Millroy, Frederik Schandorff, secondo posto #83 Iron Dames Ferrari 488 GT3: Sarah Bovy, Michelle Gatting, Rahel Frey, terzo posto #33 Team WRT Audi R8 LMS evo II GT3: Ryuichiro Tomita, Arnold Robin, Maxime Robin

Photo by: SRO

Gold Cup

Primo podio stagionale per Sarah Bovy, Rahel Frey e Michelle Gatting che cancellano nel migliore dei modi la delusione per il ritiro a Imola. L’equipaggio di Iron Dames è stato in grado di ottenere uno splendido secondo posto nonostante una penalizzazione di 25 secondi e dopo aver lottato anche per il vertice della corsa.

La 488 GT3 Evo 2020 di AF Corse, invece, ha completato un’ottima rimonta con la quinta posizione finale ottenuta da Alessandro Balzan, Cedric Sbirrazzuoli e Hugo Delacour.

Podio Pro-AM: Vincitore della gara #20 SPS automotive performance Mercedes-AMG GT3: Valentin Pierburg, Ian Loggie, Dominik Baumann, secondo posto #188 Garage 59 McLaren 720 S GT3: Alexander West, Miguel Ramos, Henrique Chaves, terzo posto #52 AF Corse Ferrari 488 GT3: Louis Machiels, Andrea Bertolini, Stefano Costantini

Podio Pro-AM: Vincitore della gara #20 SPS automotive performance Mercedes-AMG GT3: Valentin Pierburg, Ian Loggie, Dominik Baumann, secondo posto #188 Garage 59 McLaren 720 S GT3: Alexander West, Miguel Ramos, Henrique Chaves, terzo posto #52 AF Corse Ferrari 488 GT3: Louis Machiels, Andrea Bertolini, Stefano Costantini

Photo by: SRO

Pro-Am

Terzo posto non senza rammarico per la Ferrari di Andrea Bertolini, Louis Machiels e Stefano Costantini, penalizzati da un drive through che li ha privati di una potenziale vittoria, dopo aver condotto la corsa per alcune fasi. Un risultato, tuttavia, che consente di conquistare punti importanti per la classifica.

Classifiche

Con il punteggio maggiorato messo in palio in questa gara, Antonio Fuoco, Davide Rigon e Daniel Serra si portano al comando della graduatoria con 38 punti, mentre i compagni di squadra James Calado, Nicklas Nielsen e Miguel Molina seguono in terza posizione a quota 30.

Nella Gold Cup, terzo posto per Balzan-Sbirrazzuoli-Delacour con 30 punti e quarto per Bovy-Gatting-Frey con 24. Nella classe Pro-Am, la classifica provvisoria consegna il terzo posto a Bertolini-Machiels-Costantini a quota 38.

#51 Iron Lynx Ferrari 488 GT3: Miguel Molina, James Calado, Nicklas Nielsen

#51 Iron Lynx Ferrari 488 GT3: Miguel Molina, James Calado, Nicklas Nielsen

Photo by: SRO

Antonio Fuoco: “È stata una gara davvero ottima, abbiamo gestito al meglio il ritmo tanto io quanto i miei compagni. Avevamo un buon passo oggi, ed abbiamo avuto una squadra eccezionale di meccanici durante i pit stop. Sono davvero contento perché dopo essere scattati dalla pole position siamo riusciti a portare a casa il massimo dei punti. Le forature sono state un problema in gara e per non incappare in loro abbiamo cercato di evitare quanto possibile i cordoli e ci siamo riusciti”.

Davide Rigon: “Sono davvero felice per questo risultato. Sapevamo che avremmo faticato all’inizio della gara perché abbiamo scelto le gomme usate, in modo tale da poter contare su treni nuovi nel finale della corsa. Avevamo ipotizzato, tra i vari scenari, la possibilità di una Safety Car nell’ultima ora e volevamo dare ad Antonio set di pneumatici freschi. Il mio stint è stato molto buono, la macchina era ottimamente bilanciata e di questo ringrazio i tecnici e gli ingegneri di Ferrari e Iron Lynx. Per me è una rivincita dopo l’incidente di Spa-Francorchamps, e salire sul gradino più alto del podio dopo una gara così intensa e contro avversari forti e numerosi regala una gioia immensa. Ora pensiamo a preparare al meglio Le Mans e poi l’appuntamento di Spa”.

Daniel Serra: “È la mia prima vittoria nel GT World Challenge e sono molto contento per il risultato. È vero che ho disputato poche corse in questa serie, ma la prima vittoria ha sempre un sapore speciale. Il team ha svolto un lavoro eccellente in termini di strategia e pit-stop, come sempre. Non abbiamo commesso errori e sia Davide quanto Antonio sono stati velocissimi. È stato un onore per me dividere l’abitacolo con loro. Speriamo sia di buon auspicio per le 24 Ore di Le Mans e di Spa”.

Miguel Molina: “Quello fatto a Gounon è stato uno dei sorpassi più belli ed importanti della mia carriera. Ho spinto dal primo all’ultimo giro per cercare di ottenere punti importanti. Questa mattina abbiamo faticato un po’ in qualifica, ma abbiamo modificato la macchina per la gara e credo che il lavoro abbia pagato come dimostrano gli ultimi due stint. La doppietta è un risultato eccellente per Ferrari e Iron Lynx”.

James Calado: “Non riesco a credere che siamo riusciti a concludere al secondo posto questa gara. Ho avuto una foratura che ha causato il mio testacoda nel finale del mio secondo stint. In precedenza avevo fatto un po’ di fatica, soprattutto confrontando il mio passo con quello dei nostri compagni di team, ma portiamo a casa con gioia questo risultato per il team. Sono contento anche perché questo è il mio primo podio in questa serie”.

Nicklas Nielsen: “Sono molto contento per questo risultato! Penso che ad un certo punto della gara le nostre speranze di podio fossero svanite, soprattutto dopo la foratura di James. Siamo stati però molto bravi a rientrare e Miguel è stato autore di un sorpasso straordinario per conquistare la seconda posizione ai danni della Mercedes. Possiamo ritenerci soddisfatti e felici, sia per il team che per questa doppietta Ferrari”.

Michelle Gatting: “Penso che avevamo davvero bisogno di finire sul podio quest’anno, di sicuro il passo è sempre stato buono in tutte le gare, ma abbiamo sempre avuto un po’ di sfortuna, mentre oggi siamo state brave. Penso che tutte noi abbiamo fatto un ottimo lavoro e siamo state anche fortunate a guadagnare un’altra posizione nel finale. Abbiamo dimostrato a noi stesse di poter salire sul podio, ora vogliamo continuare a farlo anche nelle prossime gare”.

Andrea Bertolini: “Il podio è un buon risultato ma potevamo ambire a qualcosa di più. Ho ricevuto un drive-through nel penultimo stint che ha compromesso tutta la gara. Abbiamo perso il vantaggio e non siamo stati in grado di sfruttare il problema accusato dalla McLaren. Avremmo potuto vincere, oggi. Sono punti che fanno comodo in ottica campionato, Louis e Stefano hanno fatto un gran lavoro quindi puntiamo a fare bene a Zandvoort e Spa, la gara più importante”.

Louis Machiels: “È stato un buon weekend anche se difficile, soprattutto nel primo stint in gara, perché ho fatto molta fatica a gestire macchina e gomme. Abbiamo ottenuto punti importanti e questo è quello che conta. Purtroppo il drive through ha condizionato il risultato finale, ma pensiamo a rifarci già a Zandvoort”.

Stefano Costantini: “Sono contento del risultato anche se c’è un po’ di amarezza perché siamo stati molto competitivi. Il drive through ovviamente ha rovinato tutto e a questo si è aggiunta la Safety Car nel finale. Senza drive through avremmo potuto ottenere una vittoria, ma sono comunque contento perché abbiamo conquistato punti importanti”.

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *