La vecchia materia grigia conta ancora

Quindi, i piloti e i commentatori alcune volte non hanno avuto ragione ma anche i team a volte si sono sbagliati. Il team Repsol Honda si è sbagliato nel 2013 a Phillip Island. Marc Marquez in quella prima stagione in MotoGP™ andava a caccia del titolo mondiale. Il circuito era stato riasfaltato e Bridgestone era consapevole che le sue gomme non avrebbero retto per tutta la distanza di gara che venne disputata in regime di flag-to-flag con un pit stop obbligatorio. Ai piloti venne comunicato di cambiare le gomme al nono o decimo giro. La matematica non era mai stata il mio punto forte ma mi ero annotato ogni passaggio e ogni giro man mano che i piloti arrivavano sul magnifico rettilineo. Quando Marquez transitò alla fine del decimo giro, pensai di aver sbagliato a fare i conti ma per una volta non ero io in torto. Il team Repsol Honda aveva incredibilmente saltato un giro mentre a Marquez venne esposta la bandiera nera, regalando così 25 punti molto importanti a Jorge Lorenzo ma ancora una volta, Aleix, non abbatterti: Marquez a fine stagione riuscì comunque a vincere il titolo iridato.

Fonte: https://www.motogp.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *