Dakar | Al-Attiyah convinto: “Alonso tornerà, è già stato veloce”

Carica lettore audio

Durante il suo anno sabbatico dalla Formula 1, dopo un secondo periodo difficile alla McLaren, lo spagnolo si è cimentato in un’ampia varietà di discipline motoristiche, tra cui le gare endurance, ma probabilmente ha affrontato la sua sfida più dura quando ha partecipato alla Dakar all’inizio del 2020.

Alla guida della Toyota Hilux ufficiale nel prestigioso rally cross-country in Arabia Saudita, l’asturiano ha superato le aspettative arrivando tra i primi 10 in 8 delle 12 tappe, registrando alla fine un rispettabile 13° posto nella classifica finale. 

Da allora Alonso si è concentrato nuovamente sulla F1 e ha recentemente firmato un accordo pluriennale per passare all’Aston Martin.

Tuttavia, non c’è chiarezza su cosa farà dopo la fine del suo attuale contratto e non si può escludere un passaggio ad altri campionati.

Al-Attiyah, quattro volte vincitore della Dakar, ritiene che Alonso abbia voglia di rifare questa esperienza e crede che qualsiasi pilota di alto livello possa avere successo in questa gara una volta acquisita sufficiente esperienza nell’affrontare il terreno.

“Io continuo a dire a Fernando di tornare alla Dakar – ha detto il pilota della Toyota a Motorsport.com – Lo conoscevo per via della F1, ma l’ho incontrato quando si è unito alla squadra nel 2020.

“Il team mi ha chiesto di insegnare a Fernando come affrontare le dune di sabbia. Siamo stati tre giorni in Qatar e sotto i 50°C ed è stato un lavoro davvero straordinario. Ha molto talento. 

“Alla sua prima Dakar ha mostrato di essere veloce. Per questo tipo di gara devi avere esperienza, perché se vedi la storia della Dakar devi avere quattro-cinque-sei alle spalle prima di poter vincere. 

“Ma è stato davvero bello avere Fernando. Stiamo ancora parlandone e lo stiamo aspettando”.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

Photo by: Toyota Racing

Alla domanda se pensava che Alonso possa fare ritorno all’evento, Al-Attiyah ha detto: “Penso di sì. Gli è piaciuta molto la Dakar e sono sicuro che forse l’anno prossimo o tra due tornerà”.

Al-Attiyah spera di difendere il suo titolo nella Dakar dell’anno prossimo, che si svolgerà ancora una volta interamente in Arabia Saudita, ma in 14 tappe anziché 12.

L’azione prenderà il via con il Prologo del 31 dicembre, alla fine di questo mese, e il giorno di Capodanno segnerà l’inizio della prima tappa completa.

Al-Attiyah sarà affiancato nella scuderia Toyota da Giniel de Villiers e Henk Lategan per quella che sarà la 45esima edizione del rally raid.

condivisioni

commenti

Fonte: https://it.motorsport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *