Tricolore E-Bike Enduro, a Seravezza vince Spanu. Stupisce Passeri

Prova di apertura con numeri record per il campionato italiano per bici elettriche. Andrea Garibbo (HaiBike) secondo nell’Assoluta

Prova d’apertura da numeri record per il Campionato Italiano E-Bike Enduro andato in scena domenica in Versilia nel Comune di Seravezza, nell’entroterra Apuano. A questa prima prova del tricolore FMI riservato alle bici equipaggiate con motori elettrici a pedalata assistita si sono infatti presentati ben 97 piloti, con numero addirittura triplicato rispetto ai partecipati della scorsa stagione. Tra i piloti al via anche Marco Melandri che si è però ritirato nelle fasi finali.

Vince Spanu, stupisce Passeri

—  

Il percorso disegnato tra le pendici dell’Appennino ligure e tosco-emiliano, era composto da un doppio anello, da ripetere sempre due volte; il primo di 8,4 km comprendente due prove speciali, il secondo di 9,2 km con una prova cronometrata e tempo di percorrenza di ciascun anello di 50’.
Se il ventiduenne endurista sardo Claudio Spanu (SEM), (terzo nel Mondiale Enduro Youth 2019-2020), è risultato il vincitore della Classifica Assoluta e della classe E-Open, a stupire è stato ancora una volta il bresciano, Stefano Passeri (Fulgur-Polini). Divisi da 33 anni, Passeri ormai cinquantacinquenne, si è imposto alla grande nella classe ES dove aveva già fatto suo nel 2020 il titolo tricolore.
Nella sua carriera Passeri ha vinto nell’enduro 10 titoli italiani, 4 europei e 4 titoli di Campione Mondiale a Squadre con la Maglia Azzurra dell’Italia.

EJ, bravo Manuzzi

—  

Seconda posizione Assoluta per Andrea Garibbo (HaiBike), quest’ultimo vincitore anche della E1 davanti a Angelo Bertozzi (Santa-Cruz) e Thomas Oldrati (Fulgur-Polini). Nella EJ vittoria del giovane Lorenzo Manuzzi (Focarini), mentre nella classe riservata alle ragazze EW prima posizione per Alia Marcellini (Trek). Tecnicamente le classi E-Bike Enduro E1 – EJ – ES – EW devono essere di serie Omologate Standard Europeo EN15194 con gruppo batterie di 36V e potenza massima fino a 250W senza limiti di velocità. È vietato l’utilizzo del sistema ON/OFF, mentre il peso delle bici va da un minimo di 15 kg. a 28 kg. Ed è possibile modificare il software di controllo motore con centraline di sblocco motore. La classe E-Open può invece utilizzare motori con potenza massima superiore a 250W ma sempre con pedali.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.