Redding da Jerez a Portimao in bicicletta. E pensa a un omaggio per Berta Viñales

Il pilota Ducati, protagonista in Superbike, ha deciso di raggiungere in bici il circuito del terzultimo round stagionale. E annuncia: “Altri viaggi simili in ricordo del compianto spagnolo”

Dall’Andalusia al Portogallo. Il Mondiale Superbike cambia scenario, passando dal circuito tecnico di Jerez de la Frontera ai saliscendi di Portimao, con i due autodromi separati da circa 370 km. Questa distanza così considerevole è stata coperta da Scott Redding tra lunedì 27 e martedì 28 settembre. Niente viaggio in auto o con il resto della squadra, però. Niente moto, come fece qualche settimana fa Johann Zarco. Il britannico ha infatti optato per la bicicletta da corsa.

IL VIAGGIO DI REDDING

—  

Redding non si è fatto intimorire dall’idea di macinare tutta quella strada dopo un intenso weekend di gare. A fargli compagnia Matteo Cavadini, fotografo della Superbike. I due hanno percorso ben 237,4 km, con un’altitudine di 1.343 metri, impiegando poco più di otto ore. La coppia ha fatto tappa a Siviglia, risalendo la Spagna verso Nord. Quindi, da lì, avanti tutta verso il Portogallo. Infine gli ultimi 129 chilometri per raggiungere Faro, vicino a Portimao, concludendo il viaggio con una grigliata di pesce.

INIZIATIVA per Dean Berta Vinales

—  

Redding ha raccontato sui social le sue sensazioni: “Una grande avventura. Viaggiare in bicicletta è fantastico, vedi e senti cose che non potresti mai vedere e sentire in un’auto”. E poi la dedica con l’annuncio di un progetto: “Mi piacerebbe continuare questa corsa anche in futuro con molti altri piloti e fan in ricordo di Dean Berta Vinales”. Un’iniziativa davvero speciale.

PROSSIME TAPPE SBK

—  

Come detto, nel fine settimana si svolgerà il Gran Premio di Portogallo, terzultimo round del Mondiale. Per Redding sarà probabilmente l’ultima vera occasione per provare a rientrare nella lotta per il titolo che vede Toprak Razgatlioglu in fuga, con 20 punti di vantaggio su Jonathan Rea. Scott insegue in terza posizione, distante ben 74 lunghezze. Poi i trasferimenti lontano dall’Europa, con i prossimi appuntamenti in Argentina e in Indonesia.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.